it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese Spaccio di droga: arrestato un 23enne dalla Polizia di Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37707 www.occhioviterbese.it 2016-12-08 09:57:48 Deteneva una notevole quantità di droga a casa  per poi spacciarla,  ma è stato scoperto e tratto in arresto dagli uomini della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Viterbo.Nell’ambito di mirati servizi di P.G. volti a contrastare il fenomeno  dello spaccio di sostanze stupefacenti, infatti, la Squadra Mobile della Questura ha realizzato un’attività di polizia  che ha interessato un ventitreenne residente in un paese della provincia di Viterbo. In particolare gli uomini della Sezione Narcotici,  da alcune settimane avevano attuato  specifiche attività investigative mirate ad arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti anche in provincia.  E proprio dopo un servizio di osservazione ed appostamento,  durato numerose ore,  i poliziotti  decidevano  di effettuare  un’accurata perquisizione presso l’abitazione dell’uomo.L’attività  consentiva di rinvenire  sostanza stupefacente del tipo marijuana,  per complessivi gr. 327, nonché bilancini elettronici di precisione e materiale utilizzato per il  confezionamento delle dosi, tutto sequestrato.Dopo le formalità di rito,  il ragazzo veniva  dichiarato in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti con  provvedimento convalidato in data odierna dall’Autorità Giudiziaria  che ha disposto l’applicazione  della  misura cautelare  dell’obbligo di dimora nel comune di residenza con divieto di uscire nelle ore notturne.Permane altissima l’attenzione degli investigatori della Squadra Mobile volta a stroncare  il triste fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanza stupefacente tra i giovani viterbesi.  Si allega riproduzione fotografica del materiale sequestrato.]]> Volley A2M. Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania in trasferta ad Aversa /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37706 www.occhioviterbese.it 2016-12-08 09:55:10 Prima di ritorno per la Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania in casa della “sorpresa” Sigma Aversa. I campani sono la vera novità del girone avendo chiuso l'andata al quarto posto andando a conquistare domenica scorsa un punto prezioso in casa dell'Emma Villas Siena. All'andata al PalaMalè finì sempre al tie-break con Tuscania che solo nel finale riuscì ad imporsi sulla neopromossa. Ad attendere capitan Ottaviani e compagni al PalaJacazzi di Trecase ci sarà quindi una squadra lanciatissima che al suo primo anno in A2 ha già conquistato l'accesso alla Coppa Italia e che proprio in questi giorni si è ulteriormente rinforzata con l'arrivo di Antonio De Paola, schiacciatore classe 1988 con un palmares di tutto rispetto: per lui 1287 punti in 10 anni di serie A, una Champions League nel 2009 con l’Itas Diatec Trentino, una Supercoppa Italiana (sempre col team del Trentino Alto Adige) e due Coppe Italia di Serie A2, con la Pallavolo Atripalda nel 2013 e con la Callipo Sport Vibo Valentia l’anno scorso. Si giocherà alle 18 e la gara sarà diretta dal primo arbitro Giuseppe De Simeis di Lecce e dal secondo arbitro Marco Colucci di Matera. L’addetto al video chec:  Daniel Beneduce di Caserta.   Giancarlo Guerra]]> Come bruciare 70 mila euro grazie a un progetto “Pasticciato” /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37705 www.occhioviterbese.it 2016-12-08 09:53:03 La Regione Lazio ha emanato un bando finalizzato a favorire la costituzione e l’avvio di Reti di Imprese tra Attivitae#768; Economiche su Strada. Tali Reti hanno come principali obiettivi quelli di valorizzare e riqualificare il territorio, creando sinergie tra le varie attività commerciali, e ideando specifici progetti di marketing ed eventi.Su stimolo dell’amministrazione Coppari e, in particolar modo, dell’Ass. Postiglioni alcuni commercianti del centro storico di Vetralla hanno deciso di partecipare a tale bando presentando il programma “Vetralla al Centro” con la compartecipazione di Confesercenti e del Comune di Vetralla.All'interno di questo programma, nella parte di opere di riqualificazione, troviamo un vecchio progetto rispolverato conosciuto come “Giardino d’Inverno .L’idea essenziale di tale progetto sarebbe di riqualificare l’area che si trova lungo le mura sotto l’ex asilo di Piazza Cavour.Durante lo scorso Consiglio Comunale, ci siamo fermamente opposti all'approvazione della variazione di bilancio per lo stanziamento dei fondi per il progetto di massima perché siamo convinti che sia incompleto e inefficace.Il Comune spenderà 70.000€ che si vanno ad aggiungere ai 40 mila € stanziati dalla Regione alle Reti d’Impresa.La cifra è quantificata su un progetto di massima che non comprende nei dettagli la spesa da sostenere e, a nostro parere, la somma ipotizzata non sarà minimamente sufficiente con il forte rischio che tale opera rimarrà incompiuta.Non vengono, infatti, contemplati minimamente eventuali interventi sui muri degli edifici esistenti, che versano in pessime condizioni, considerando poi che uno di questi è proprio quello dell’ex asilo, chiuso per problemi strutturali.È quantomeno singolare ipotizzare di allestire un’area eventi nei pressi di un edificio con problemi del genere.Non è specificato come sarà chiuso o interdetto l’accesso alla scala pedonale che porta a livello del giardino dell’ex asilo o la sistemazione dell’arcata di tufo adiacente semi ceduta.Per quanto concerne l’accessibilità, si contempla l’adeguamento a 1,20 m della porta d'ingresso. Tale apertura è inadeguata e pericolosa in caso di emergenza essendo presente una sola via d’uscita che sfocia su una scalinata.Per le persone con ridotte capacità motorie è previsto un ascensore, ma in caso d'emergenza tale strumento non potrà essere utilizzato rendendo estremamente complessa l’evacuazione.Non è minimamente contemplata l’eventuale insorgenza di costi aggiuntivi che scaturiscano dal dover eseguire dei lavori in un’area non accessibile dai normali mezzi meccanici usati in edilizia.Nel merito delle scelte del contenuto di questo progetto si legge nella relazione tecnica:“al fine di garantire l’utilizzo del parco da parte di tutta la collettività si è previsto di realizzare un palco fisso con relative sedute, che potrà essere utilizzato anche in occasione di eventi culturali e rappresentazioni”.Questo è il paradosso finale, un mini palco che non ha spazi posteriori e quindi non adatto, ad esempio per un’attività teatrale, senza rampa, che anziché affacciarsi verso il bel panorama della vallata sottostante è rivolto verso le mura e che in fin dei conti è solo una colata di cemento di fronte a sedie statiche, non versatili a un aumento di spettatori e alla coesistenza con persone diversamente abili. Approssimativamente saranno disponibili al massimo solo 28 posti a sedere.Questo progetto dovrebbe avere come obiettivo quello di valorizzare la zona del centro storico soprattutto dal punto di vista turistico commerciale, giacché è a supporto del progetto delle Reti d’Impresa. Francamente non riusciamo a comprendere come un’area così mal progettata possa essere a supporto di quest'obiettivo.Aggiungiamo che il bando delle Reti d’Impresa prevedeva: “Interventi per la qualificazione degli spazi pubblici destinati alle attivitae#768; economiche su strada (es.: sistemazione dei dehors, realizzazione di aree attrezzate per lo svolgimento di eventi, ecc.)”.Questo progetto non sembra essere utile ad attività di questo genere e rischia soprattutto di rimanere un’opera incompiuta o, nelle migliori delle ipotesi, scarsamente utilizzabile.Siamo consapevoli che quell'area vada recuperata ma non in questo modo sommario e non collegandola al progetto di sostegno della Rete d’Impresa.La somma che sarà spesa, per noi, andava investita sulla via principale del centro storico, quella che oggi durante le attività di sagre e feste, rimane la parte animata che porta respiro a quelle attività commerciali che ancora sopravvivono.Nel perseguire il progetto “Giardino d’Inverno” al limite sarebbe stato opportuno investire tale cifra nella completa accessibilità dell’area (riqualificazione della scalinata e ascensore) creando poi uno spazio base semplice e versatile, riutilizzabile in base alle esigenze.È importante partecipare a questi bandi che prevedono partenariato tra pubblico e privato, sostenendone lo sviluppo come giustamente fatto con le delibere di detassazione, ma le opere non vanno pasticciate. MoVimento 5 Stelle Vetralla]]> Comitato per il NO di Viterbo e Provincia: “Ha vinto il popolo” /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37704 www.occhioviterbese.it 2016-12-08 09:51:31 “Ha vinto il popolo”. Questo lo slogan dello striscione esposto in piazza del Plebiscito a Viterbo, ieri pomeriggio, mercoledì 7 dicembre 2016. I Comitati e le associazioni per il No di Viterbo e provincia, si sono dati appuntamento per festeggiare con i cittadini la vittoria nel referendum costituzionale di domenica scorsa. Hanno intonato canzoni, stappato bottiglie di spumante e preso in giro il presidente del consiglio dimissionario con lo slogan “Renzi KO”.   “È stato un No trasversale – dichiarano - che è andato al di là delle idee politico-partitiche e che ha coinvolto ambienti culturali e sociali disparati. Ringraziamo tutti quelli che ci hanno dato una mano in questa campagna referendaria.  Ci siamo sentiti come Davide contro Golia, ma alla fine la passione civile ha prevalso.   Quella di domenica scorsa è stata un grande vittoria – concludono – ma rimaniamo vigili in difesa della Costituzione Repubblicana, affinché i principi in essa contenuti siano applicati veramente e vengano salvaguardati i diritti di tutti.” Comitato per il NO di Viterbo e Provincia Comitato Scelgo NO]]> Il Consiglio camerale delibera l’accorpamento delle Camere di commercio di Viterbo e di Rieti /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37703 www.occhioviterbese.it 2016-12-07 16:43:35 Nella seduta odierna il Consiglio della Camera di Commercio di via Fratelli Rosselli ha deliberato all’unanimità l’accorpamento delle circoscrizioni territoriali delle Camere di Commercio di Viterbo e Rieti. Analoga delibera era stata approvata nei giorni scorsi dalla Camera di Commercio di Rieti. La decisione, che sarà ora inoltrata per approvazione al Ministero dello Sviluppo Economico, deriva dal percorso dettato dalla norma, definita con il Decreto Legislativo che entrerà in vigore il prossimo 10 dicembre, con la quale è stato riformato il sistema camerale, prevedendo l’integrazione di nuove funzioni e la riduzione degli Enti camerali fino a un massimo di 60, attraverso l’accorpamento delle Camere di commercio nei cui Registri delle imprese siano iscritte meno di 75mila tra imprese e unità locali. La nuova Camera di Commercio Viterbo e Rieti conterà complessivamente 62.383 imprese, di cui 44.275 della Tuscia e 18.108 della Sabina, distribuite su un territorio di oltre 6mila chilometri quadrati. Oltre alla sede principale di Viterbo sarà operativa quella di Rieti per garantire alle imprese il presidio territoriale di prossimità. “Quella di oggi è una giornata storica – dichiara soddisfatto Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio Viterbo – giunta al termine  di un percorso in cui il Consiglio camerale si è espresso in modo unanime, approvando l’accorpamento di due territori che vanno dagli Appennini al Tirreno e presentano vocazioni economiche per molti aspetti coincidenti. Si pongono così le condizioni per realizzare sinergie e progettualità comuni finalizzate  alla promozione della crescita economica dell’alto Lazio. Certamente dovremo essere molto attenti nella gestione per salvaguardare la sostenibilità economica e i livelli occupazionali. Tuttavia sono fiducioso che con il supporto delle imprese, delle associazioni di categoria, di Unioncamere Lazio e Unioncamere nazionale saremo in grado di offrire un servizio qualificato ed efficace per lo sviluppo delle realtà imprenditoriali dell’alto Lazio. Ringrazio gli amici reatini per aver scelto di condividere con noi questo nuovo percorso ambizioso”. Ricordiamo che tra le funzioni previste dalla riforma ci sono quelle tradizionali per le Camere di commercio: pubblicità legale, trasparenza e garanzia; fascicolo informatico d’impresa, tutela del consumatore e della fede pubblica, sostegno alla competitività delle imprese e dei territori, informazione economica, realizzazione di infrastrutture negli ambiti di competenza. A queste ne sono state aggiunte delle altre: orientamento al lavoro, inserimento occupazionale dei giovani e placement, punto di raccordo tra imprese e Pubblica Amministrazione, creazione di impresa e start up, valorizzazione del patrimonio culturale e promozione del turismo, supporto alle PMI per i mercati esteri (sono escluse solo le attività promozionali direttamente svolte all’estero), competenze in materia ambientale attribuite dalla normativa. Inoltre le Camere di commercio possono svolgere attività in convenzione con enti pubblici e privati su diversi ambiti: la digitalizzazione delle imprese, qualificazione aziendale e dei prodotti (certificazione, tracciabilità, valorizzazione delle produzioni), mediazione, oltre che arbitrato e sovraindebitamento, orientamento e supporto al placement. Infine le Camere possono svolgere attività di supporto e assistenza alle imprese in regime di libera concorrenza, limitatamente a quelle strettamente indispensabili al perseguimento delle finalità istituzionali del sistema camerale, nel rispetto delle condizioni fissate dalla norma. Nella riforma si prevede anche la modifica della disciplina degli organi camerali, in particolare per quanto concerne la dimensione e gli emolumenti. Per la nuova Camera di Commercio Viterbo e Rieti la Giunta sarà composta da 5 membri più il presidente e non come gli attuali 8 più il presidente. Riduzione anche dei membri del Consiglio che passano da 28 a 16. Rispetto alle fonti di finanziamento, resta principalmente il Diritto annuale pur restando confermati il taglio del 50% a partire dal 2017, ma è prevista la possibilità di aumento locale fino al 20% per il finanziamento di programmi e progetti presentati dalle Camere di Commercio, condivisi con le Regioni ed aventi lo scopo di promuovere lo sviluppo economico e l’organizzazione dei servizi alle imprese, previa approvazione del Ministero dello Sviluppo Economico su proposta di Unioncamere. Tutte confermate le altre fonti di finanziamento tradizionali. Anche per le Aziende speciali si profila una riduzione attraverso la fusione tra aziende in base anche alle nuove funzioni e in base ai territori. Pertanto il CeFAS si andrebbe a fondere con L’Azienda speciale Centro Italia Rieti, mantenendo attive le due sedi di cui la principale sarà quella nella Sabina. Dall’accorpamento potranno inoltre derivare sinergie utili a ridurre ulteriormente gli oneri di funzionamento grazie anche alla riorganizzazione logistica e la razionalizzazione degli oneri di gestione comuni alle due sedi camerali, oltre che il miglioramento della capacità contrattuale quindi la possibilità di acquisire servizi e forniture a condizioni economiche più vantaggiose.]]> Bernini (M5S), buona alimentazione: votata nostra mozione per prevenire obesità infantile /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37702 www.occhioviterbese.it 2016-12-07 15:43:42 “Ieri alla Camera si è tenuta un’importante discussione intorno alle tematiche dell’alimentazione con particolare riguardo ai più piccoli ed al loro regime alimentare verso il quale è richiesta maggiore attenzione da parte di tutti, anche della politica.” Lo dichiara il 5Stelle della Tuscia Massimiliano Bernini che si è fatto portavoce della salute dei cittadini presentando una mozione concernente iniziative per promuovere una corretta alimentazione, in particolare al fine di prevenire l'obesità infantile. “La salute dei nostri concittadini è un tema che ci preme moltissimo e crediamo che una buona politica debba prendersi la responsabilità di indicare e promuovere le vie migliori per assicurare una corretta alimentazione a più persone possibili, in primo luogo ai più piccoli, i quali, ovviamente, dipendono quasi completamente dai loro genitori – così ha esordito Bernini nella dichiarazione di voto sul testo - Quello dell'alimentazione, del resto, è un tema che non si circoscrive solamente alla qualità del cibo, ma, evidentemente, anche alla sua produzione ed al relativo impatto ambientale. Dobbiamo prendere consapevolezza che le attuali modalità alimentari italiane non assicurano una completa e buona alimentazione soprattutto per i piccoli, tanto che l'obesità infantile è un problema di notevole rilevanza sociale in Italia, dove un bambino su quattro risulta esserne interessato. Per queste ragioni ho presentato una Mozione per chiedere sicuramente una campagna di sensibilizzazione per mezzo di specifici spot sui principali organi di stampa e/o con pubblicità progresso in tv per indicare i valori di una sana alimentazione, che riduca le calorie, con minor presenza di grassi e zuccheri, con l'obiettivo di evitare che la piaga dell'obesità si estenda in modo irreversibile. Il nostro obiettivo ideale - spiega Bernini - in tal senso sarebbe il coinvolgimento dei grandi produttori di alimenti per la colazione e merenda per una significativa riduzione della quota di zucchero saccarosio, fruttosio e sciroppo di glucosio e fruttosio negli alimenti messi in commercio, ridimensionando l'utilizzo di farine e cereali raffinati, oltre che di grassi saturi, ed anche intervenendo a livello normativo per limitare l'associazione di gadget agli alimenti per colazione e merende chiaramente riservate ai più piccoli. Questi ci sembrano gli interventi minimi per difendere i nostri figli da una cattiva alimentazione e dai rischi legati all’obesità. I nostri impegni sono inoltre diretti verso una precisa etichettatura degli alimenti e più in generale per consigliare a tutti una “dieta mediterranea” che veda un prevalere di alimenti di origine vegetale su quelli animale, con dovuti interventi nelle mense pubbliche per garantire un pasto completo a chi ha scelte alimentari vegetariane. Nell’esprime soddisfazione per il voto positivo a gran parte dei nostri impegni – conclude Bernini – desidero ringraziare il Prof. Franco Berrino, già direttore del Dipartimento di medicina preventiva e predittiva dell'Istituto nazionale dei minori di Milano e direttore scientifico del mensile Vita e Salute, nonché i membri della redazione dello stesso mensile, con i quali abbiamo avuto il piacere di collaborare nella stesura del testo e con i quali nel Giungo del 2015 ho organizzato alla Camera un evento specifico sulla presenza dello zucchero nella nostra alimentazione” QUANTO ZUCCHERO? Lo Zucchero nella cultura alimentare https://www.youtube.com/watch?v=h9sv0k5xC5oCittadino Portavoce Movimento 5 Stelle Deputato Massimiliano Bernini]]> Partita di calcio Viterbese - Siena: attenzione ai divieti /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37701 www.occhioviterbese.it 2016-12-07 14:52:25 In occasione della partita di calcio Viterbese Castrense – Siena (Coppa Italia - Lega Pro), in programma giovedì 8 dicembre allo stadio comunale Enrico Rocchi, a partire dalle ore 12 fino a cessata necessità, saranno in vigore i seguenti provvedimenti riguardanti la sosta e la circolazione veicolare: divieto di sosta con rimozione, ad eccezione dei mezzi della tifoseria ospite e dei mezzi autorizzati dal G.O.S., e divieto di circolazione veicolare in via del Pilastro, nel tratto compreso tra via Signorelli e lo svincolo della Tangenziale Ovest, divieto di sosta con rimozione e divieto di circolazione anche in via di Prato Giardino e in via  J.H. Newman. Dalle 13,30 fino alle 14,30 (e comunque fino a cessata necessità) sarà interdetto il transito veicolare in via della Palazzina, all'altezza di piazza Caduti Aviazione dell'Esercito, in via Rossi Danielli, direzione via della Palazzina, altezza via D. Corvi, con deviazione su quest'ultima. Tali provvedimenti sono stati disposti a seguito della riunione del Gruppo Operativo di Sicurezza dello scorso 5 dicembre. La partita avrà inizio alle ore 14,30.]]> Minaccia di spruzzare gas verso gli agenti di Polizia: arrestato a Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37700 www.occhioviterbese.it 2016-12-07 14:44:41 Lo invitano a salire in auto per l’identificazione ma oppone resistenza e tenta di spruzzare  gas in direzione degli Agenti:  viene bloccato e tratto n arresto dagli uomini della  Polizia di Stato della Squadra Volante della Questura di Viterbo.Il fatto si è verificato nei giorni scorsi,  quando alla  Sala Operativa perveniva la segnalazione di un uomo che disturbava gli avventori  nei pressi di una zona termale viterbese.  La Squadra Volante immediatamente interveniva  sul posto e  constatava la presenza di  una persona che,  all’interno di un camper,   stava ascoltando musica ad alto volume azionando ripetutamente il clacson.   Alla richiesta di spiegazioni e dei documenti l’uomo, di 46 anni, residente a Fano,  rispondeva  in modo indisponente e con  tono provocatorio.  I poliziotti  lo invitavano allora   a salire sull’auto per poterlo identificare in Questura ma,  per  tutta risposta,  l’uomo spintonava gli Agenti e,  dopo aver estratto con un gesto repentino una bomboletta dalla tasca del giubbotto,  minacciava  di spruzzare il contenuto verso di loro. Ma il personale della Squadra Volante immediatamente si defilava,   riuscendo a bloccare l’uomo e ad immobilizzarlo,  togliendogli dalle mani il contenitore   che, a seguito dei successivi accertamenti, risultava  contenere  gas lacrimogeno considerato,  dalla normativa vigente,  arma da guerra.L’uomo è stato poi portato in Ufficio, foto segnalato dalla Polizia Scientifica e tratto in arresto per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e per possesso di aggressivi chimici non autorizzato.Proseguirà la pianificazione dei  servizi di vigilanza da parte dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico che saranno ulteriormente rafforzati in occasione delle prossime giornate festive, in modo sempre più incisivo e diffuso,   così da garantire in ambito cittadino, nell’arco delle 24 ore, un continuo e capillare  controllo del territorio.]]> Basket: la Defensor in trasferta a Udine /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37699 www.occhioviterbese.it 2016-12-07 14:40:51 Turno infrasettimanale per la Defensor che, in questo giovedì, sarà impegnata nella decima giornata di andata del campionato di serie A2 di basket femminile. In corrispondenza con la festività dell’Immacolata Concezione, il secondo campionato nazionale vedrà il team viterbese di scena a Udine contro la Delser, squadra che naviga nelle posizioni medio-alte della classifica con dieci punti e un bilancio di cinque vittorie a fronte di quattro sconfitte. Un impegno difficile per le ragazze gialloblù che sono reduci dalla fondamentale affermazione contro Salerno e andranno alla ricerca della prima vittoria stagionale lontano dal PalaMalè. Coach Carlo Scaramuccia dovrà fare a meno sia di Yodanova che di Spirito, assenze che durano ormai da diverse settimane, ma potrà avere nuovamente a disposizione Stefania Maroglio, un ritorno importante nel settore delle esterne per una giocatrice giovane e decisamente talentuosa. Udine, guidata in panchina da Valdi Medeot, ha nella lunga di passaporto inglese Ejay Ofomata la sua top scorer (13,7 punti) e la seconda miglior rimbalzista (6,7 palloni recuperati) alle spalle di Eva Da Pozzo, pivot che sta viaggiando a 7,1 rimbalzi per gara. Il nucleo delle italiane può contare su un’ala di grande qualità come Debora Vicenzotti, 12,9 punti a partita, e sull’esterna Elisa Mancabelli, 8,3 punti e oltre 4 rimbalzi, che è anche una ex di questa sfida avendo indossato la maglia della Defensor nella stagione 2014/2015. Il quintetto friulano è reduce da quattro vittorie nelle ultime cinque gare e costituirà un ostacolo molto duro per la squadra viterbese, come conferma il tecnico Carlo Scaramuccia: “Sono una squadra solida, con centimetri e talento, hanno una straniera in grado di incidere molto e un gruppo di italiane validissimo. Per noi è una gara difficile, che però affrontiamo con la serenità derivata dalla vittoria di sabato scorso e da una classifica positiva considerando i vari problemi che abbiamo incontrato finora. Ci proveremo senza avere addosso troppa pressione e provando a far leva sulle nostre solite armi, vale a dire intensità difensiva e energia da parte di tutte le giocatrici che scenderanno in campo”. La palla a due è in programma alle 18 e a dirigere l’incontro saranno Stefano Gallo di Monselice (PD) e Matteo Semenzato di Mirano (VE).]]> Festa dell'Olio a Pianoscarano: antichi saperi e sapori viterbesi /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=37698 www.occhioviterbese.it 2016-12-07 14:39:22 Torna la festa dell'Olio a Pianoscarano. Sabato 10 dicembre, il Comitato festeggiamenti Pianoscarano, Carmine e Salamaro, guidato da Paolo Bracaglia, con il patrocinio dell'assessorato allo sviluppo economico e alle attività produttive del Comune, propone una nuova edizione dell'iniziativa Festa dell'Olio, antichi saperi e sapori viterbesi. Da non perdere alle 16,30 la visita guidata all'interno del frantoio Il Paradosso dell'artigiano Mario Matteucci, con la degustazione (gratuita) di bruschette con “l'olio novo” e la partecipazione di Antonello Ricci e Pietro Benedetti della Banda del Racconto, una suggestiva narrazione, Dalle olive all'olio, passando per il fiscolo, che richiamerà alla memoria la figura di Alfio Pannega. L'appuntamento è direttamente davanti al frantoio.]]>