it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese Torna l'ora legale. Lancette un'ora avanti /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28630 www.occhioviterbese.it 2015-03-28 16:44:30 Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 Marzo, alle ore 02.00, le lancette degli orologi andranno portate un'ora avanti. Torna così l'ora legale, che ci toglierà un'ora di sonno, ma ce ne regalerà una di luce in più. In termini di consumi, il nuovo orario farà risparmiare all'Italia ben 90 Milioni di euro.]]> Funerali a Trevinano per Don Giovanni Mai /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28629 www.occhioviterbese.it 2015-03-28 12:33:46 All’ospedale di Acquapendente ha concluso la sua vita terrena a 90 anni di età Don Giovanni Mai per tanti anni Parroco nella piccola frazione di Trevinano. Lì, nel pomeriggio di lunedì 30 marzo alle 16,30 si terranno i funerali del sacerdote. Negli ultimi anni di vita Don Giovanni aveva collaborato nella Parrocchia del Santo Sepolcro di Acquapendente. Uomo di profonda cultura, aveva una spiccata verve poetica con la quale rallegrava riunioni conviviali o di altra natura alle quali partecipava.]]> Differenziata, al via gli infopoint nel comune di Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28628 www.occhioviterbese.it 2015-03-28 10:49:49 Sabato 28 marzo a piazza dei Caduti, lunedì 30 a Bagnaia e mercoledì 8 a Grotte Santo Stefano. In distribuzione anche il dizionario dei rifiutiRaccolta differenziata, al via la campagna di informazione e sensibilizzazione attraverso INFOPOINT sul territorioRaccolta differenziata, al via domani la campagna di informazione e sensibilizzazione attraverso infopoint sull'intero territorio comunale. Partirà dal mercato di piazza Martiri d'Ungheria (Sacrario) l'iniziativa organizzata e promossa dall'assessorato all'igiene pubblica insieme a Viterbo Ambiente e proseguirà nei giorni successivi presso i mercati rionali di Viterbo e frazioni.   Personale di Viterbo Ambiente sarà a disposizione dei cittadini per fornire  tutte le informazioni necessarie a una corretta differenziazione dei rifiuti - ha spiegato l'assessore Andrea Vannini -. Sarà distribuito anche il nuovo dizionario dei rifiuti , contenente, in ordine alfabetico, tutte le diverse tipologie di rifiuto, con tanto di indicazioni su come e dove devono essere smaltite. Lo stesso dizionario - ricorda l'assessore all'igiene pubblica di Palazzo dei Priori, è disponibile presso l'ecosportello di Via Garbini e, da lunedì 30 marzo, sarà scaricabile, in formato digitale, dal sito di Viterbo Ambiente http://www.viterboambiente.net/home.aspx . L’iniziativa è parte di una serie di attività volte all’informazione del cittadino in merito alla gestione dei rifiuti, alla valorizzazione e alla tutela della nostra città. Nelle prossime settimane squadre di funzionari dell’assessorato e operatori di Viterbo Ambiente andranno a visitare le attività commerciali del capoluogo, per confrontarsi con i commercianti su tempi e modalità della raccolta differenziata, ma anche su eventuali criticità riscontrate. Già nelle settimane passate, presso l’assessorato all’igiene pubblica, sono stati organizzati incontri con le associazioni dei commercianti, amministratori di condomini, associazioni di volontariato per discutere di rifiuti e raccolta differenziata. Sono convinto - conclude l'assessore Vannini - che questa sia la strada giusta da percorrere per conseguire risultati condivisi e accettati dall'intera cittadinanza .Di seguito il calendario di apertura degli INFOPOINT presso i mercati rionali, fino al prossimo mese di giugno: Sabato 28 marzo: mercato del Sacrario, ViterboLunedì 30 marzo: mercato di BagnaiaMercoledì 8 aprile: mercato di Grotte Santo StefanoSabato 18 aprile: mercato del Sacrario, ViterboLunedì 20 aprile: mercato di San MartinoMercoledì 6 maggio: mercato di Grotte Santo StefanoSabato 16 maggio: mercato del Sacrario, ViterboLunedì 18 maggio: mercato di San MartinoMercoledì 27 maggio: mercato di Grotte Santo StefanoSabato 6 giugno: mercato del Sacrario, ViterboLunedì 8 giugno: mercato di BagnaiaMercoledì 17 giugno: mercato di Grotte Santo StefanoSabato 27 giugno: mercato del Sacrario, ViterboLunedì 29 giugno: mercato di San Martino]]> Fa scattare l'allarme sui binari a Orte e aggredisce i carabinieri. 27enne arrestato /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28627 www.occhioviterbese.it 2015-03-28 10:45:57 Strana storia accaduta ieri alla Stazione Ferroviaria di Orte. Nel primo pomeriggio un uomo 27nne di Roma ha trainato un carrello sui binari della linea ATAC Roma-Viterbo provocando l’attivazione del segnale di binario occupato. I dipendenti della società hanno quindi chiamato i Carabinieri che, al loro arrivo hanno trovato l’uomo in escandescenze. A primo impatto ha iniziato a proferire insulti ai militari per poi passare ai fatti aggredendoli e provocando lesioni ai Carabinieri intervenuti. In questa situazione l’uomo è stato bloccato, ammanettato e tratto in arresto per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Dopo le formalità di rito l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo innanzi l’Autorità Giudiziaria competente.]]> Realizzata una pista da cross senza le autorizzazioni: due denunce a Civtella d'Agliano /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28626 www.occhioviterbese.it 2015-03-28 10:44:05 I Carabinieri della Stazione di Civitella d’Agliano, in collaborazione con il personale del Corpo Forestale dello Stato di Bagnoregio, al termine di una indagine condotta congiuntamente, hanno denunciato due uomini di 41anni titolare di una associazione sportiva e un 54nne proprietario di un terreno per aver realizzato, in totale assenza di autorizzazioni, una pista da cross su di un area di circa 3 ettari, in località Sola Molis, sottoposta a vicolo paesaggistico e idrogeologico.]]> Rapina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Un arresto a Tarquinia /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28625 www.occhioviterbese.it 2015-03-28 10:40:25 I Carabinieri della Stazione di Tarquinia hanno tratto in arresto un uomo 42nne li residente poiché colpito da una ordinanza di custodia cautelare al regime degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Teramo. L’uomo, già con numerosi precedenti penali, si era reso responsabile del reato di Rapina ai danni di una donna, lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale ai danni dei Carabinieri che erano intervenuti per arrestarlo. L’Autorità Giudiziaria nel febbraio scorso aveva cumulato la pena con alte minori che erano sospese in capo all’uomo emettendo l’ordinanza di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari. Dopo le formalità di rito l’arrestato è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante presso la propria abitazione a Tarquinia.]]> FIALS scrive a Renzi: La Sanità non può essere il fanalino di coda del programma governativo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28624 www.occhioviterbese.it 2015-03-27 13:06:39 La Fials di Viterbo, condivide pienamente la nota che la Segreteria Nazionale Fials ha inviato al Presidente del Consiglio Renzi per richiamare l’attenzione del Governo sullo stato di preoccupante precarietà in cui versa la Sanità in generale ma che appare ancora più penalizzata nel comprensorio viterbese anche per l’azione fagocitante di Roma.   La Fials, nella stessa nota, sostiene che, insieme alla scuola ed  alla giustizia, la Sanità deve avere una disciplina speciale, mentre oggi non riesce più a garantire i livelli minimi di assistenza e l’organizzazione territoriale e degli ospedali  presenta vistose inefficienze.   Le cause sono numerose: i tagli al personale, il blocco degli organici, l’impossibilità di fruire dei riposi settimanali e giornalieri per gli operatori in servizio,il blocco di carriera economica e dei rinnovi contrattuali dal 2010 per il settore pubblico e dal 2005 per quello privato accreditato, determinano pesanti penalizzazioni che stanno demotivando tutto il personale, stanco di  essere sovraccarico di responsabilità e non considerato professionalmente ed economicamente.   Che dire, poi, del sospirato e tanto atteso Dpcm per risolvere il problema dei tantissimi precari che attendono da anni le procedure di stabilizzazione, ancora non pubblicato in Gazzetta Ufficiale che mette a rischio la permanenza in servizio di tantissimi operatori con oltre 36 mesi di attività.   Il Presidente del Consiglio deve avere il coraggio di confrontarsi con le organizzazioni sindacali per ricercare insieme ogni possibile soluzione, tendente a tagliare enormemente gli sprechi nella sanità – attualmente stimabili in oltre 10 miliardi annui; sono soldi che riguardano, secondo la Corte dei Conti, le fatture fraudolente, il mancato completamento di ospedali come quello di Belcolle, la scarsa utilizzazione delle attrezzature, le spese per corsi di formazione eccessivamente costosi o mai tenuti, la gestione irregolare delle case di cura accreditate  che aumentano i profitti  e la crisi la fanno pagare  ai lavoratori ed ai pazienti sempre meno assistiti,le ingiustificate prescrizioni dei farmaci. Tanti soldi, poca trasparenza, controlli scarsi, troppi interessi politici e clientelari.   Anche la Sanità può contribuire a cambiare l’Italia costituendo anche un formidabile volano per l’economia e per questo si chiede a Renzi  un impegno fattivo affinché venga posto con urgenza nell’agenda del governo il tema della Sanità con il relativo rinnovo contrattuale.                                                                                          Il Segretario Provinciale                                                                                                   (Vittorio Ricci)]]> Esattorie, Atradius effettua un bonifico a favore del Comune di Viterbo per oltre 3 Milioni di euro /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28623 www.occhioviterbese.it 2015-03-27 12:57:29 Il vice sindaco Ciambella: “Una grande vittoria dell'amministrazione Michelini da condividere con i cittadini” Esattorie, tre milioni di euro sono tornati nelle casse comunali. 3.079.767,58 euro per la precisione. Questa la notizia annunciata in conferenza stampa questa mattina dal vice sindaco Luisa Ciambella, a poche ore dal bonifico effettuato da Atradius sul conto corrente di Palazzo dei Priori. “Una vittoria frutto della determinazione e della caparbietà con cui questa amministrazione ha affrontato il buco Esattorie fin dai primi giorni dell'insediamento, nel giugno del 2013 – ha spiegato Luisa Ciambella -, quando ha iniziato la sua battaglia giudiziaria per recuperare quelle somme incassate e mai versate a quest'ente da parte di Esattorie, società incaricata dal Comune per la riscossione dei tributi Ici e Tarsu, nonché delle sanzioni della polizia locale. Soldi versati dai contribuenti viterbesi. Anche per questo motivo, con il sindaco Michelini, vogliamo condividere questa soddisfazione con i cittadini”. Ha avuto dunque la meglio il Comune di Viterbo sulla società molisana, con la quale l'amministrazione Michelini, al momento dell'insediamento a Palazzo dei Priori, chiuse ogni tipo di rapporto, non appena riscontrato l'ingente ammanco pari a quattro milioni e duecentomila euro. “Esattorie spa aveva contratto una polizza fideiussoria con la compagnia assicurativa Atradius – spiega il vice sindaco -. Al decreto ingiuntivo presentato dal Comune di Viterbo la compagnia assicurativa si era opposta, in quanto disposta a pagare solamente una parte. Già un anno fa i giudici si erano espressi con l'accoglimento del decreto esecutivo. Il Comune era quindi in attesa dell'esecutività di tale decreto, arrivata poi a gennaio. E questa mattina è arrivato anche il bonifico della somma.  L'importo accreditato – ha aggiunto Luisa Ciambella – non è risolutivo ai fini del bilancio, ma consente comunque di poter disporre di oltre tre milioni di liquidità. E in un momento come questo questa somma è davvero una vera boccata d'ossigeno. Virtualmente l'importo già era stata inserito, qualora i soldi non fossero arrivati, ci saremmo trovati a dover fronteggiare tale ammanco. La battaglia però non è ancora finita. Anzi, c'è un'altra da continuare a portare avanti e vincere. Ovviamente mi riferisco agli ex lavoratori di Esattorie. Abbiamo avuto recentemente un incontro. Non appena approveremo il bilancio di previsione potremo procedere con la pubblicazione della gara per l'affidamento del servizio di supporto all'ufficio tributi”.]]> I sogni d'oro di alcuni operatori sanitari della ASL Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28622 www.occhioviterbese.it 2015-03-27 11:20:44 Da quanto abbiamo potuto apprendere, pare che nei punti di primo intervento(PPI) degli ex ospedali di Montefiascone e Ronciglione, vengono impiegati infermieri provenienti da Belcolle,  per l’effettuazione di turni anche di notte, che a causa di assenza totale o quasi di richiesta di prestazioni, si fanno un lungo sonno fino al sorgere del sole. Non abbiamo ancora notizie certe sul fatto che gli stessi infermieri, indossino per la notte il pigiama o mantengano la loro divisa, ma di certo c’è che per lo stesso non far niente, o quasi,  i rispettivi medici impiegati nelle citate strutture, percepiscono circa euro 48 per ogni ora di non  lavoro, che equivale a dire che per un turno di guardia di 12 ore presso i suddetti PPI, detti professionisti, incassano con “sudore” circa euro 576,00.        Così mentre accade tutto ciò, alla faccia della ottimizzazione delle risorse umane, ci sono medici ed infermieri ed ausiliari presso il Pronto Soccorso  e la Cardiologia di Belcolle, che stanno letteralmente “schiattando” e che con encomiabile spirito di sacrificio, non chiedono nemmeno di guadagnare di più, ma solo di lavorare in modo umanamente accettabile, cioè con un organico decente, per erogare una assistenza adeguata ai pazienti.        Ma c’è di più, di fronte alla carenza di operatori sanitari come di posti letto per i pazienti, che nella ASL Viterbo è di gran lunga  superiore alle altre strutture sanitarie della Regione Lazio, si perpetuano situazioni aberranti dove in barba ai tanti  disoccupati, non solo si consente ad alcuni infermieri dipendenti a tempo indeterminato di  raddoppiare lo stipendio presso la Casa Circondariale di Mammagialla, ma si trovano “strane difficoltà” a dare applicazione alla deliberazione n. 170/2015, adottata proprio per una più equa ripartizione dei sacrifici, tra tutti gli infermieri idonei (56) che hanno richiesto di effettuare ore in libera professione presso la citata struttura.                                                                                                                                                                                                                                                                                                             Si pongono per quanto sopra citato, a parere della scrivente organizzazione sindacale, almeno tre interrogativi che rivolgiamo alle SS.LL. e che crediamo meritevoli di  una adeguata risposta:     1)  La ASL Viterbo, può permettersi il lusso di  pagare operatori sanitari che non erogano prestazioni, cioè che non lavorano?      2) La ASL Viterbo, ha messo in atto i controlli sulla sicurezza dei lavoratori esposti ai rischi determinati da doppi turni , da stress da lavoro correlato, dagli effetti negativi prodotti  dalla eccessiva attività libero professionale sull’attività istituzionale, come nel caso descritto di Mammagialla?     3)  la ASL Viterbo, è intervenuta per sanare palesi evidenti discriminazioni dove spesso chi lavora di più non è tutelato e guadagna di meno e chi non ha dati oggettivi di produttività nell’attività istituzionale, è spesso in vari modi  incentivato e valorizzato?          Si  resta in attesa di  cortese urgente riscontro e si inviano distinti saluti.                                     Il Segretario Provinciale                                                                                                    (Vittorio Ricci)]]> “Ipocondria” della Compagnia SOS al teatro Boni /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=28621 www.occhioviterbese.it 2015-03-27 10:25:19 Domenica 29 marzo alle 18 al teatro Boni di Acquapendente andrà in scena “Ipocondria” rappresentato dalla Compagnia teatrale SOS di Pitigliano (GR). Prezzo dei biglietti di ingresso 7 euro il normale, 5 euro il ridotto. Apertura del botteghino dalle 16. Per informazioni tel. 0763 733174, cell. 334 1615504]]>