it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese Festival Barocco 43° Edizione ''L’Eredità''. L’Eredità, come tema centrale di ogni forma d’Arte e Cultura, sarà il filo conduttore dell’odierna edizione /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25335 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:58:58 Sabato 26 luglio, ore 21 - Viterbo, Cortile di Palazzo dei Priori Domenica 27 luglio, ore 19 Nepi (VT), Chiesa di San Tolomeo, Via Garibaldi 165                                                                       CAMERATA BAROCCA “CLAUDIO MONTEVERDI”   Direttore Stefano Vignati Rebecca Steinke, Soprano – Kaylee Boalt, Mezzosoprano                                          BAROCCO GIOVANI                                                                  “Il Cuore delle Donne”                                         Musiche di G. B. Pergolesi e G. F. He#1235;ndel   Prossimo “doppio” appuntamento di questa 43° edizione del Festival Barocco, che vedrà il direttore artistico Stefano Vignati alla direzione della Camerata Barocca “Claudio Monteverdi”, compagine giovanile da lui ideata nel 2011, con la quale svolge un percorso musicale rivolto al repertorio vocale - strumentale del XVII e XVIII secolo. Il programma proposto è dedicato alle splendide pagine dello Stabat Mater di G. B. Pergolesi e ad alcune intramontabili arie he#1235;ndeliane tratte dall’opera “Giulio Cesare in Egitto”.  Stefano Vignati è un direttore dedito essenzialmente ad un vasto repertorio collocato tra il Settecento e l’Ottocento italiano e tedesco, con una spiccata predilezione per la produzione operistica (più di trenta i titoli già debuttati). Svolge un’intensa attività concertistica in Italia, Europa e Stati Uniti, collaborando con solisti di peculiare rilievo (Mariella Devia, Michele Campanella, Alfonso Antoniozzi, Nicola Ulivieri, Maria Solozobova, Svetla Vassileva, Ramin Bahrami, Pierre Amoyal, Benedetto Lupo, Janet Perry, Alice Baker)  .  E’ Direttore Artistico e Musicale del Tuscia Operafestival e dell’Italian American Opera Foundation (USA). Ha diretto importanti orchestre, tra le quali la Synphony Orchestra in Texas, l’Orchestra UNM in New Mexico, l’Orchestra di Roma e del Lazio, la Wuhan Philharmonic Orchestra, l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo, L’Accademia Barocca di Santa Cecilia ed altre. Dal 2011 è Direttore Artistico del Festival Barocco di Viterbo.]]> Castiglione in Teverina. Record di partecipazione per l’Estate Ragazzi organizzata dal Comune /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25334 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:55:30 Anche quest’anno l’Amministrazione comunale di Castiglione in Teverina è riuscita ad allestire un ricco programma di iniziative estive dedicate ai ragazzi.   “Sono ormai diversi anni - spiega l’assessore Emiliano Corsi - che dalla chiusura delle scuole ci adoperiamo per far in modo di offrire alle famiglie ed ai ragazzi delle opportunità, per passare le vacanze estive in modo costruttivo, sicuro e divertente anche all’interno del proprio paese. Siamo partiti pochi giorni dopo la chiusura delle scuole con degli incontri organizzati dalla Biblioteca comunale, dove i ragazzi si sono alternati fra teatro, laboratori artistici, lezioni sulla costituzione e lettura espressiva. Lodevole per questa iniziativa è stato l’apporto volontario di alcuni genitori.”   Terminato il periodo di attività in biblioteca si è subito partiti con i Campi Solari che sono tuttora in corso. La durata è di tre settimane e si svolgono all’interno del complesso sportivo comunale Masseto, che prevede piscina, campo da calcetto tennis e beach volley. In questi 20 giorni più di 60 ragazzi, dalle 9 alle 18, vengono seguiti nelle varie attività da un gruppo di animatori professionisti.   Dopo una breve pausa i primi di Agosto, anche in coincidenza della Festa del Vino che si svolgerà dal 6 al 10, i campi estivi riprenderanno il 18 Agosto fino alla fine del mese. A tenere banco sarà il Grest, iniziativa della Parrocchia con la collaborazione dell’ Amministrazione comunale e di alcuni volontari.   “Da rimarcare il record d’iscrizioni – continua Corsi - dovuto in particolare alle quote bassissime a carico delle famiglie, grazie al cospicuo contributo economico dell’Amministrazione e al fatto che in tempi di crisi sono sempre più le famiglie che devono rinunciare alle vacanze estive”.   “Riteniamo che quello dell’Estate Ragazzi sia un servizio importante ed è sicuramente per Castiglione un fiore all’occhiello che nessun Comune del circondario riesce ad offrire” afferma il Sindaco Mirco Luzi, il quale non manca di sottolineare che “per il Comune rappresenta un impegno economico significativo e difficile da mantenere in tempi dove i bilanci dei comuni sono sempre più in difficoltà, ma rappresenta – conclude Luzi - una decisa volontà dell’Amministrazione comunale nel proseguire ad investire nei ragazzi e nella qualità della vita nel nostro paese”.  ]]> Peparello nuovo presidente provinciale Confesercenti, Meroi: ''Ha tutte le carte in regola per affrontare questa missione'' /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25333 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:54:00 “Buon lavoro al neo presidente provinciale della Confesercenti, Vincenzo Peparelllo”. Il presidente della Provincia, Marcello Meroi si congratula con Peparello eletto giovedì nuovo presidente provinciale di Confesercenti.   “Peparello – ha proseguito il presidente della Provincia – è atteso da un lavoro duro: la situazione economica del nostro territorio impone un pronto rilancio. Occorre quindi rimboccarsi le maniche e, tutti insieme, spingere tutta la Tuscia verso una ripresa. In questo senso, credo che i membri dalla Confesercenti abbiano fatto la scelta giusta: Peparello ha esperienza e in passato ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per coprire in modo egregio questo ruolo. E’, quindi, preparato per affrontare questa importante missione”.]]> Tortosa (PSI Lazio): Orte, ripristinare al più presto la fermata soppressa /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25332 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:52:17 “Preso atto della positiva risposta di ieri dell’Assessore umbro ai trasporti, Silvano Rometti, pronto ad un tavolo congiunto con la Regione Lazio e le due direzioni regionali del gruppo RFI delle Ferrovie dello Stato per ripristinare le fermate soppresse ad Orte di due corse sulla linea Perugia-Roma, spero si arrivi al giorno dell’incontro, fissato per il 28 agosto e al quale SARò presente, con una soluzione già in mano. La sospensione dei due treni aggrava infatti fortemente i disagi, già pesantissimi, che i pendolari subiscono quotidianamente e contro la quale da giorni assistiamo ad energiche mobilitazioni di protesta a cui va tutta la mia solidarietà. Dopo lo scambio di carte, quindi, bisogna ora passare ai fatti. Per questo spero che ognuno faccia la sua parte: a tale proposito ringrazio l’assessore Civita che ha dichiarato nei giorni scorsi di essere disponibile a mettere in campo soluzioni tecniche ed economiche per migliorare il servizio. Il tavolo del 28 agosto sarà anche un’occasione da parte mia per riproporre la questione del potenziamento e dell’ammodernamento della Orte-Fiumicino”. Così in una nota Oscar Tortosa, capogruppo del Partito Socialista Italiano e vice presidente Commissione Attività Produttive al Consiglio della Regione Lazio.]]> Agricoltura, Valentini (Pl): con Case Agricoltura e bando Palatium continua innovazione nel comparto /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25331 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:49:08 “Case dell’Agricoltura e un bando per la nuova Enoteca Regionale Palatium in Via Frattina a Roma. Altri progetti importanti in campo agricolo si stanno concretizzando come promesso”. A dichiararlo è Riccardo Valentini, capogruppo di Per il Lazio al Consiglio regionale. “In primo luogo – prosegue Valentini – l’apertura della Casa dell’Agricoltura a Latina alla quale seguirà, a settembre, quella di Viterbo. Si tratta di strutture innovative di incontro e assistenza, punti di riferimento sul territorio per semplificare le procedure burocratiche agli imprenditori agricoli. Serviranno poi come spazi per la valorizzazione dei prodotti tipici. Inoltre, il presidente Zingaretti ha annunciato che alla fine dell’estate partirà il bando della nuova Enoteca regionale Palatium di via Frattina. Un’occasione importante per rilanciare l'Enoteca in una nuova veste in grado di affrontare la sfida della valorizzazione dei prodotti Made in Lazio. La nuova Palatium – sottolinea il capogruppo di Per il Lazio – potrà così contribuire nell’offerta di occasioni promozionali e commerciali anche in vista di Expo 2015, importante vetrina per i prodotti della nostra Regione e passaggio fondamentale per ramificarsi nei mercati internazionali. I miei complimenti al Presidente Nicola Zingaretti e al Commissario Arsial Antonio Rosati – conclude Riccardo Valentini – per aver lavorato su questi provvedimenti connessi anche alla ripresa dell’occupazione del nostro territorio”.    ]]> Montefiascone. Programma della competizione agonistica MTB ''10e#867; Granfondo dell’Est! Est!! Est!!! Memorial Sandro Vignanelli'' /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25330 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:47:03 Viterbo, 24 luglio 2014.- Il  giorno 27 luglio  prossimo,  con partenza alle ore 9,30 e nell’ambito territoriale del Comune di Montefiascone, si svolgerà la competizione agonistica di MTB denominata “10e#867;  Granfondo dell’Est! Est!! Est!!! Memorial Sandro Vignanelli”. Per permettere il regolare svolgimento della manifestazione sarà disposta la sospensione temporanea del traffico veicolare lungo il percorso interessato dal seguente programma della competizione che prevede anche passaggi e attraversamenti su strade comunali e provinciali.  Il percorso di gara comunicato dagli organizzatori è il seguente:                                   Comune di Montefiascone o   Via Coste – Via Pellucche – Via Gevi per km 0,800; o   Via Asinello (loc. Sambuco) per km 0,500; o   Attraversamento strada comunale Via Poggio Frusta al km 0,700; o   Via Poggio Frusta (abitato); o   Attraversamento strada comunale loc. Guardata al km 5,800; o   Attraversamento al km 4,600 strada provinciale del Lago; o   Via Daniele Manin; o   Piazza Sant’Agostino; o   Via Oreste Borghesi; o   Via della Croce; o   Corso Cavour.]]> Il dirigente provinciale Fdi-An Viterbo Emanuele Ricucci in merito alle violenze sessuali a Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25329 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:41:10 Dopo i dati sconfortanti de Il Sole 24 Ore che indicano la Tuscia come  la provincia italiana dove la crisi degli ultimi sette anni ha colpito maggiormente , dobbiamo fare realmente i conti con un altra statistica dall'impatto agghiacciante. Senza alimentare la retorica dell’ allarmismo gratuito, però, credo occorra riflettere attentamente . Secondo un recentissimo rapporto de “L’Espresso”, Viterbo è il capoluogo del Lazio “in testa per le denunce nei reati sessuali”, come titola “Il Messaggero” di ieri. Come riportato dal quotidiano romano testualmente “Viterbo è in pole position nel Lazio per reati quali violenze sessuali,  favoreggiamento della prostituzione e atti sessuali con minorenni. Lo rivela un'inchiesta […]che ha incrociato i dati Istat con quelli del consorzio inter-universitario Transcrime, da cui […] è stata ricavata la mappa dei crimini nei principali comuni italiani. Tristi primati per la città dei Papi a livello regionale. Ogni 100mila abitanti (questo il parametro utilizzato nello studio) nel 2012 sono state due le denunce per atti sessuali con minorenni (in tutti i capoluoghi laziali la media è di uno). Maglia nera anche per lo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione: con cinque fascicoli aperti fa peggio persino della Capitale, dove la media è di tre. Record anche per le violenze sessuali: 12 denunce contro le 11 di Roma, le 9 di Latina e via a calare nel resto del Lazio. Questo reato, inoltre, mostra un trend in crescita: nel 2010 e nel 2011 erano state 7”. Neanche il tempo di metabolizzare questo schifo che, immediatamente, è stato reso noto, seppur nella tragica fatalità, la notizia di un’altra violenza ai danni di una giovane della Tuscia, avvenuta Martedì, che percorreva una tratta della “Roma-Viterbo”. L’ennesima ferita emblematica. Un primato vergognoso, ributtante. Credo che oltre ogni tema in dibattito attivo in queste settimane, a livello cittadino e provinciale, questa “classifica degli orrori” debba far riflettere. Viterbo è il centro nevralgico del nostro territorio, uno snodo iperattivo, un luogo in cui numerosi cittadini della Tuscia intera, transitano, vivono, partecipano, per i più svariati motivi quotidiani. Non vedo nulla per cui sottilizzare, pontificare e conclamare, utilizzare toni sommessi o istituzionalmente diplomatici. Non sta a me, di certo, sollevare legittimo allarmismo sul tema, ripeto, nonché sulle terrificanti conseguenze di questa terribile stima. Ciò che però il buon senso comune, l’opinione pubblica, le istituzioni politiche ed amministrative del nostro territorio possono fare è non emarginare, non dimenticare, non chiudere gli occhi di fronte ad una situazione che, anni addietro, nessuno avrebbe mai potuto immaginare o percepire nel “viterbese”. Di concerto con le Forze dell’Ordine, la società civile, tutti noi, dobbiamo operare per non relegare il problema tra le righe di un quotidiano ma per gridarlo e sviscerarlo, affinché si  prenda concreta iniziativa, si apra un dibattito chiaro, netto, lucido. La questione rimane comunque delicatissima e complessa. Serve, necessariamente, una reazione comune, imparziale, che superi ogni logica politica e partitica, ogni visione di organizzazione, gestione sociale e soprattutto che non partorisca frettolosi capri espiatori ma si muova in direzione di reali capacità d’intervento, riducendo il più possibile l’iter burocratico. Perché non ci interessi solo e soltanto quando la gravità della questione diventi insopportabile. Perché non ci terrorizzi l’idea solo e soltanto quando, purtroppo, a rischiare violenza, siano i nostri affetti, persone care, vicine a noi. Non saranno queste poche parole, scritte di getto, a sovvertire un impietoso scenario, ma almeno, esse, spero possano suscitare una profonda riflessione a chiunque abbia voglia di leggerle e percepirle. Con forza e coesione, senza condizioni.   Emanuele Ricucci Dirigente provinciale Fdi-An Viterbo  ]]> Valentini (Pl): regole certe e un fondo di 3 milioni di euro, la regione tutela e valorizza le botteghe storiche del Lazio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25328 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:35:47 “Regole certe, un fondo rotativo di 3 milioni per l'erogazione di credito agevolato e valorizzazione di cinema e librerie storiche. La Regione tutela e sostiene le botteghe e i locali storici del Lazio con il nuovo Testo Unico del Commercio che prevede dei criteri precisi perché locali, negozi, botteghe, librerie, teatri e cinema possano essere definiti storici e vadano valorizzati e tutelati”. A dichiararlo è Riccardo Valentini, capogruppo di Per il Lazio al Consiglio regionale. Il Testo Unico, già presentato dalla Giunta di Nicola Zingaretti, dovrà essere approvato dal Consiglio regionale. “L'attenzione mostrata dalla Giunta Zingaretti verso le botteghe storiche – prosegue Valentini – rappresenta un importante segnale positivo verso un settore portante della nostra economia. La tipizzazione del nostro territorio passa infatti anche attraverso la differenziazione della tipologia commerciale che solo le botteghe storiche e artigiane sanno offrire e preservare. Il Testo Unico - aggiunge - stabilisce quali negozi, botteghe, librerie, teatri e i cinema potranno essere definiti storici e quindi valorizzati e tutelati. Caratteristica necessaria per accedere al fondo rotativo di 3 milioni di euro per il triennio 2014-2016 che la Giunta sta mettendo a punto e che sarà destinato esclusivamente all'erogazione di credito agevolato a locali e botteghe storiche”. Saranno considerati locali, botteghe storiche e attività tradizionali le seguenti tipologie: 1) i locali e le botteghe connotati da particolare valore storico-artistico, architettonico o sottoposti a vincoli e tutele di natura monumentale, destinati ad attività commerciali, artigianali e di pubblico esercizio svolte continuativamente e in modo documentabile da almeno 70 anni; 2) le botteghe d'arte, nelle quali sono svolte attività artistiche da almeno 50 anni, consistenti nella realizzazione di creazioni, produzioni e opere di elevato valore estetico, ispirate a forme, modelli, decori, stili e tecniche di lavorazione che costituiscono gli elementi tipici della tradizione artistica della Regione, anche con riferimento a zone di affermata e intensa produzione artistica; 3) le attività di commercio, somministrazione, artigianato o miste, compresi cinema, teatri e librerie, svolte da almeno 50 anni, con la stessa tipologia di vendita, somministrazione o lavorazione, nello stesso locale e di cui siano mantenute le caratteristiche originarie dell'attività. In questo caso la nozione di locale o bottega storica non è caratterizzata dall'eccellenza degli arredi, dal valore storico-artistico, architettonico, dall'originalità e tipicità delle merci, dalla creazione di prodotti artistici o da lavorazione o mestieri antichi, bensì dalla continuità nel tempo della presenza e dal mantenimento dell'identità e delle caratteristiche originarie dell'attività. “La Regione – conclude Riccardo Valentini – promuoverà infine degli accordi tra Comuni, titolari delle attività e proprietari degli immobili per il mantenimento dell'identità dei locali e delle attività, così come per il riequilibrio dei canoni di locazione”.  ]]> Viterbo. Il nuovo saggio di Alessandro Della Casa /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25327 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:33:38 VITERBO – Attuale e brillante. Il nuovo saggio di Alessandro Della Casa, dottorando di ricerca in “Scienze storiche e dei beni culturali” all’Università degli studi della Tuscia, è un flusso liquido e capillare che si cala perfettamente nel porto sepolto della realtà italiana delle marce sul Quirinale. L’equilibrio liberale. Storia, pluralismo e libertà in Isaiah Berlin, Guida, Napoli 2014 – che segue Contro la tirannia della maggioranza. La democrazia secondo John Stuart Mill, Il prato, 2009 - , analizza in maniera lucida e con spunti di riflessione validi al punto da meritarsi il plauso di intellettuali del calibro di Giuseppe Galasso (curatore dell’edizione del le oper e di Benedetto Croce e tra i maggiori storici italiani che ne ha curato la prefazione), il pensiero di Berlin, in contrapposizione con la tradizione illuministico – positivista di Hegel e Marx , accostandolo a quello del liberale italiano Nicola Matteucci, di Friedrich von Hayek, Jacob Talmon e Karl Popper. Un'esperienza di viaggio neuronale e spirituale che demolisce e riedifica, che sdogana la visione monistica della creazione di un “paradiso in terra” attraverso la costruzione di un meccanismo perfetto, e costruisce sulla convinzione che proprio la ricerca di una soluzione finale ai problemi umani sia la maggiore delle miserie, naufragate e macerate dai totalitarismi del Novecento. Il saggio di Della Casa opera in questo senso un netto rovesciamento di valori che vede in una spinta umanistica l'individuo non come ingranaggio subordinato all'ideologia ma agente attivo migliorativo di essa, privilegiando quindi la libertà del singolo a dispetto dell'utopia, senza però cad ere nell ’esaltazione dell’individualismo. Uomini al posto di tecnici. Confronto invece che mozioni e correnti, la capacità di comprendere quel che è fattibile e realmente utile per la crescita sociale dell'individuo in quanto tale invece di una serie di regole scientifiche che hanno come traguardo finale un mondo plastificato che svuota l'anima di chi lo abita.]]> Al via a Marta la Festa del Villano. Un weekend sul lago tra buona cucina e divertimento /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=25326 www.occhioviterbese.it 2014-07-25 19:30:43 Al via a Marta sarà Festa del Villano, in programma sabato 26 e domenica 27 luglio in zona Porto. L'evento, che coniuga la tradizione contadina e gastronomica locale con una serie di iniziative culturali e di svago, è giunto alla quattordicesima edizione e per il quarto anno è gestito dall'associazione Marta Senza Confini. Si comincia sabato 26 luglio alle ore 18 con un'esposizione di auto tuning. Dalle 19.30 apertura degli stand gastronomici, in cui sarà servito il seguente menù: panzanella, pasta del villano, salsicce di maiale alla brace, fagioli con le cotiche, patate fritte e tozzetti del villano. Il ricavato della festa sarà destinato ai restauri del Santuario della Madonna del Monte e alle iniziative di Natale e Carnevale organizzate da Marta Senza Confini. Per la prima volta sarà disponibile lo stesso menù in versione senza glutine. Dalle ore 20 animazione per bambini con Peppa Pig (ingresso gratuito per chi è già a cena) e dalle 20.30 proiezione video Festa della Madonna del Monte 2014 e video storici della festa anni '50, a cura di Foto Studio Mondo Blu. La giornata di domenica 27 luglio inizia con un appuntamento imperdibile per gli appassionati di Vespa: a partire dalle ore 8.30 ecco il 1° Villano in Vespa, in collaborazione con Vespa Club Lago di Bolsena e Svalvolati in Vespa Viterbo. Gli stand gastronomici saranno aperti anche a pranzo (dalle 13) oltre che a cena (dalle 19.30 e in serata proseguirà la proiezione dei video sulla tradizionale festa martana. Per l'intera durata della Festa del Villano sarà aperto un mercatino tipico. L'associazione Marta Senza Confini ringrazia il Comune di Marta, il Comitato Festeggiamenti Madonna del Monte, l'Associazione Protezione Civile e il presidente della Sagra del Lattarino, Giuliano Rocchi, per la disponibilità e la collaborazione offerta nell'organizzazione della festa.]]>