it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese Sberna: chiusura serale degli ascensori svantaggia i cittadini e i turisti /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39037 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 16:05:49 Presenterò una interrogazione in Consiglio comunale per capire le ragioni della scelta di fissare alle 20,30 la chiusura serale degli ascensori che collegano la Valle di Faul al centro storico . Così la consigliera Antonella Sberna. Raccolgo le lamentele di tantissimi cittadini e turisti che si vedono costretti a parcheggiare a Valle Faul e fare tutto il percorso a piedi per accedere al centro storico e poi tornare nello stesso modo. Una infrastruttura così attesa dalla città, e che la precedente amministrazione di centrodestra ha lasciato in eredità, avrebbe dovuto essere resa molto più efficiente e funzionale, oltre a rappresentare un investimento importante per la tanto blasonata valorizzazione turistica. Invece, rischia di essere una opportunità mancata. Ad oggi, non solo non si è risolto il problema del traffico visto che molte persone continuano ad andare in centro con la macchina, ma soprattutto in molti sono dissuasi dal passeggiare per le vie del centro perché non possono usare l'ascensore che invece è comodissimo. Con una ricaduta non indifferente che va tenuta in considerazione, per gli esercenti commerciali o i gestori dei locali che registrano, ovviamente, meno affluenza di passanti. Nell'interrogazione chiederò risposte chiare su questa che non mi sembra una gestione ottimale per lo sviluppo ed il rilancio turistico della città, di cui l'amministrazione Michelini si vanta tanto, anche in vista dell'imminente bella stagione .Antonella SbernaConsigliere ComunaleGruppo Forza Italia]]> Il pianista Nat Yontararak in concerto a Tarquinia /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39036 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 14:34:45 Nell’ambito del proramma di Cerealia, il palazzo comunale di Tarquinia ospiterà il 29 aprile, alle ore 21 (ingresso libero), il concerto del pianista Nat Yontararak Homage to the Great Thai Kings, con l’accompagnamento di danze thailandesi. Nato a Bangkok, ha iniziato a studiare pianoforte all'età di nove anni ed è diventato un allievo di Pantipa Treepoonpol. Ha vinto il primo premio al primo Siam Music Festival nel 1971. In Thailandia nel 1983 ha fondato scuola di musica il Nat Studio . Oltre a insegnare e comporre, tiene regolarmente concerti, sia in Thailandia che all'estero. Il concerto chiuderà la due giorni tarquiniese di Cerealia 2017,  il festival dedicato al mondo dei cereali giunto quest’anno alla VII edizione.]]> Se ne va un combattente per i diritti LGBTQI /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39035 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 14:31:54 La comunità omosessuale, presente sul territorio, saluta e ringrazia Luca De Bartolo per il suo attivismo e lotta, nella conquista della parità dei diritti. Luca viveva la sua vita e le sue relazioni alla luce del sole e convinceva ,con la sua gioia e voglia di vivere, chiunque incontrasse. Era difficile non rimanere incantati dal suo sorriso e sguardo sincero. Sempre pronto alla battuta e al confronto, amava intrattenere relazioni autentiche che gli permettevano di essere circondato da affetto e stima. Personalmente, quando ci incontravamo, parlavamo sempre della lotta per i diritti delle persone LGBTQI. Lui ringraziava me per l’impegno e io facevo altrettanto con lui perché si educa alle differenze mettendoci la faccia, e non salmodiando da un pulpito. Ho conosciuto molti attivisti durante la militanza. Molti di essi lo erano solo part-time. Luca de Bartolo combatteva per la sua felicità h24. Durante i Pride romani si ballava allo sfinimento. Luca amava la vita. I suoi funerali si svolgeranno domani, 27 aprile, presso la chiesa di Santa Barbara alle ore 15.00. Un abbraccio stretto va al suo compagno e ai suoi familiari. Emanuela Dei]]> San Sebastiano in Festa: a Orte da venerdì 26 a domenica 28 maggio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39034 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 14:28:57 San Sebastiano in Festa è organizzata dalla Contrada San Sebastiano in collaborazione con il Comune di Orte, l'Associazione Culturale VeraMente Orte, l'Ente Ottava Medievale di Orte, l'Associazione ProLoco di Orte e l'Istituto Omnicomprensivo di Orte. Questo evento si terrà ad Orte da venerdì 26 a domenica 28 maggio 2017 e  avrà come protagonista il paese e il cibo, le tradizioni, i contradaioli ed il suo territorio. Dopo il successo dello scorso anno, con l' undicesima edizione dello scorso anno, anche quest'anno apriamo le porte alla primavera, ai profumi e ai colori dei fiori, e a tutta una serie di eventi turistici, culturali, storici, tradizionali, enogastronomici e musicali, che daranno al visitatore la possibilità di conoscere, scoprire e gustare l'unicità del nostro borgo. I visitatori avranno la possibilità di accedere ad un locale del 1700, da poco restaurato, adibito a rimessa e mangiatoia per animali, singolare nel suo genere e raro esempio di tradizione contadina rimasto nel centro storico. Oltre a mangiare nelle tipica Taverna della Civetta, riscoprendo le antiche ricette della cucina locale, si avrà il piacere di poter assistere ad una disputa tra le migliori contradaiole nella preparazione del famoso CARCIOFO DOLCE ORTANO, che da sempre incuriosisce per la sua originale realizzazione.Dalla suggestiva piazzetta del Poggio, dove prenderà vita un ricco mercatino di arti e mestieri, il percorso che porta fino alla taverna della Civetta attraverserà l'Arco de'Pajacci, che ospiterà per l'occasione una galleria d'arte con le opere dei nostri pittori locali; Si potranno inoltre rivivere i tren'anni di storia della taverna con una mostra fotografica e di costumi medievali che ripercorre nel tempo la vita della contrada e assistere a spettacoli di musici e sbandieratori.Non mancheranno le consuete visite guidate di Orte Sotterranea, accompagnate da speciali degustazioni allestite nei cunicoli etruschi, dove si potranno assaporare i prodotti locali offerti e presentati dalle migliori aziende agricole delle nostre campagne. PROGRAMMA SAN SEBASTIANO IN FIORE 2017 – XII EDIZIONE               Venerdì 26 maggio 2017:             .  Ore 17,30 Conferenza 1783, STORIA DI UNA DATA presso la Stalla della Ciuetta .  Ore 19,00 brindisi in occasione dell’apertura della Stalla dopo il restauro dell’iscrizione del XVIII sec. .  Ore 21,00 degustazione organizzata in collaborazione con il CUCCA BAR presso nella Stalla durante la quale lo chef Giacomo Lisciarelli dell’Agriturismo Casale del Noce delizierà i commensali con i prodotti dell’Azienda Zooagricola Fiore accompagnati da vini della Cantina Von Blumen                 (prenotazione obbligatoria – per info 338 8748640)              Sabato 27 maggio 2017: .  Ore 17,00 inaugurazione dell’installazione floreale, del mercatino e della mostra “La Storia della Contrada San Sebastiano” .  Ore 17,30 Spettacolo degli sbandieratori e dei musici di Contrada .  Ore 18,00 Conferenza LA COSMESI NEL MEDIOEVO presso la Stalla della Ciuetta da un’idea della Dott.ssa Barbara Frale in collaborazione con e Lp Hair e Profumeria Suavis .  Ore 18,30 inizio visite del percorso Orte Sotterranea (partenza ogni 30 minuti) .  Ore 20,00 cena in Taverna .  Ore 21,30 VaccaPì in concerto e apertura stand nella Piazzetta del Poggio                Domenica 28 maggio 2017: .  Ore 11,00 inizio visite del percorso Orte Sottorranea (partenza ogni 30 minuti) .  Ore 11,30 Palio Del Carciofo Ortano con assaggio e votazione popolare del miglior dolce .  Ore 13,00 pranzo in Taverna .  Ore 17,30 Spettacolo dei piccoli sbandieratori delle sette Contrade di Orte in Piazza della Libertà. .  Ore 18,30 proclamazione del vincitore del palio del carciofo ortano e degustazione del dolce presso la piazzetta del Poggio   Il pacchetto al prezzo di 20,00 Euro o    Visita guidata del percorso Orte Sotterranea (pozzo di neve, cunicolo e stalla) o    Aperitivo nella Stalla a base di prodotti e vini locali o    Cena/pranzo nella “Taverna della Ciuetta”, con piatti tipici della cucina locale. Il pacchetto turistico sarà identico nei due giorni e potrà essere acquistato in piazza della Libertà o direttamente in Taverna in via Manin, 13. Per prenotazioni chiamare il numero +39 3387128331 Per tutta la durata dell’evento sarà possibile visitare gratuitamente la mostra “La Storia della Contrada San Sebastiano” presso l’Arco De’ Pajaccio dove si potranno apprezzare i costumi del corteo storico della Contrada San Sebastiano, documenti fotografici che raccontano la storia della Taverna e della Contrada.    ]]> Da Nepi l’appello per un rinnovato e sempre più forte impegno antifascista per la Pace e la difesa e piena attuazione della Costituzione /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39033 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 14:18:58 La  sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) “Emilio Sugoni” di Nepi, con il patrocinio  del Comune di Nepi, ha voluto celebrare e ricordare la Giornata della Liberazione del 25 Aprile 1945  all’insegna di un rinnovato e sempre più forte impegno antifascista a garanzia dei valori della Pace, della democrazia e della giustizia, in Italia e nel mondo. Al mattino un corteo, aperto dal gonfalone comunale e dalla banda musicale, ha attraversato le strade della città di Nepi e deposto una corona d’alloro al monumento ai Caduti, in ricordo delle vite di milioni di esseri umani spezzate dalla violenza di tutte le guerre, dalla brutale disumanità del nazifascismo, e in memoria di chi non rimase indifferente ma scelse di opporsi al nazifascismo con dignità e coraggio anche a prezzo della propria vita. All’omaggio istituzionale, hanno fatto seguito i discorsi di Pietro Soldatelli sindaco di Nepi e di  Giocondo Gregori a nome della sezione Anpi di Nepi. Nei due interventi sottolineata più volte la necessità di una piena attuazione dei valori della Carta Costituzionale e come oggi l’Antifascismo debba essere declinato come impegno prima di tutto per la pace in ogni parte del mondo e come opposizione nonviolenta ad ogni forma di autoritarismo, discriminazione, povertà, sfruttamento e  intimidazione. L’antifascismo oggi deve essere anche lotta contro il razzismo e la xenofobia, l’omofobia, il femminicidio, per l’affermazione di una cultura umana del rispetto di ogni essere umano e per una accoglienza ed assistenza dignitosa, in ossequio all’articolo 10 della Costituzione italiana, dei migranti che fuggono da guerre, violenze, povertà e fame. Sottolineata anche la necessità di una maggiore collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado per  iniziative di approfondimento dello studio della  storia e degli articoli della Costituzione  così da far crescere sempre di più tra i giovani  una coscienza consapevole e  autenticamente democratica e antifascista e così contrastare meglio le turpi idee di negazionismo e fascismo spesso veicolate anche attraverso i nuovi mezzi  di comunicazione. Nel pomeriggio l’esecuzione di brani musicali della tradizione popolare italiana, e tra questi  prima fra tutti l’esecuzione di “Bella Ciao” ha accompagnato le visite alla mostra sulla lotta di Liberazione  dal nazifascismo e la nascita della Repubblica, allestita nella Sala Nobile del municipio dove si è tenuta anche la commemorazione del presidente Giuseppe Tacconi, scomparso il 5 aprile dello scorso anno. Nel corso della commemorazione l’amministrazione comunale, gli iscritti Anpi, gli amici e i familiari hanno ricordato Giuseppe Tacconi, un uomo buono, giusto, generoso, intelligente, un vero costruttore di Pace il cui esempio di autentico antifascista e democratico deve essere indicato a tutti i cittadini, e a questo proposito è stata chiesto di intitolargli una via della città nepesina, proposta prontamente accolta dal sindaco Soldatelli. La celebrazione della Giornata del 25 aprile 2017 si è quindi conclusa con la proiezione del film “I piccoli maestri” del regista Daniele Luchetti,  ispirato alle vicende  di alcuni studenti universitari vicentini, che nell’autunno del 1943 decisero  di opporsi all'invasione nazista  dell'Italia e partirono per l'altopiano dei Sette Comuni per unirsi ad altri gruppi di partigiani. Il Direttivo della sezione Anpi esprime il proprio ringraziamento agli iscritti e  ai tanti cittadini, alle associazioni, e alle istituzioni che si sono impegnati per l’ottima riuscita della Giornata del 25 aprile 2017.   Il Direttivo della sezione Anpi “Emilio Sugoni” di Nepi]]> Saturno, all’interno del suo oceano sono possibili forme di vita /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39032 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 12:56:57 Non è ancora una certezza assoluta, ma gli studiosi NASA del team della missione Cassini sono del parere che potrebbe esserci vita su Encelado, una delle principali lune di Saturno. Questa convinzione è frutto di ben 13 anni di esplorazione attorno a Saturno della sonda “Cassini”, un progetto comune tra la NASA statunitense, l’ESA europea e l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi). La missione, lanciata nell’ottobre del 1997, e giunta su Saturno il 1 luglio 2004, ha raccolto dati e informazioni di notevole rilevanza scientifica. Gli scienziati hanno verificato l’ipotesi che possa esserci vita su Encelado in quanto sotto i ghiacci potrebbe celarsi un oceano di acqua. La notizia è stata pubblicata sulla rivista Science ed è stata illustrata in una conferenza stampa. La scoperta – ha commentato il geochimico Jeffrey Seewald, dell’istituto oceanografico Woods Hole - E' un passo in avanti importante nel valutare quanto Encelado possa ospitare forme di vita”. Con le prossime missioni si andrà a confermare direttamente sul corpo celeste la tipologia di vita biologica presente. Ma questa notizia non è così sconvolgente per gli addetti ai lavori, già nel 2014 infatti, uno studio effettuato da astronomi italiani aveva portato notizie di notevole interesse. La ricerca, condotta da Luciano Iess, dell’università Sapienza di Roma, e finanziata dall’Asi sempre sulla base dei dati rilevati da Cassini, ipotizzava la presenza di vita biologica negli oceani di Encelado. Queste notizie incoraggianti hanno convinto la Nasa ad investire nuovamente in una missione che si pone come obiettivo di far penetrare una sonda-sommergibile all’interno dell'oceano di Encelado al fine di ricavare nuovi importanti dati. Enrico Cavarischia    ]]> Basket: Defensor in campo per gara 2 dei playout /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39031 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 12:07:52 Vincere e chiudere i conti, evitando i rischi che comporta una gara 3 simile ad una finalissima senza prove d’appello. Forte del successo ottenuto sabato scorso per 57-47 nella prima sfida, la Defensor affronta di nuovo l’Alperia Itas Bolzano in questo giovedì pomeriggio nel secondo atto della serie playout con in palio la permanenza in serie A2 di basket femminile. Le altoatesine hanno le spalle al muro e devono vincere per rinviare ogni verdetto a sabato prossimo, quando si disputerebbe l’eventuale gara tre. Il coach della Defensor, Carlo Scaramuccia, mette in guardia le sue ragazze in vista di questo match: “E’ naturale che il successo ottenuto a Viterbo ci mette in una condizione psicologica migliore, ma ora dobbiamo dimenticarcelo e affrontare la trasferta di Bolzano come se fossimo noi ad affrontare una gara senza appello. Siamo una squadra molto giovane, con poca esperienza di partite così decisive, e nel primo incontro abbiamo visto quanto l’aspetto mentale e la determinazione possano contare. Ci serve grande intensità in difesa per 40 minuti, voglia di lottare su ogni pallone e la capacità di sfruttare bene le occasioni che avremo in attacco per trovare tiri ad alta percentuale. Solo così potremo davvero pensare di vincere e festeggiare la permanenza nella categoria”. Non sono programmati cambiamenti nelle giocatrici che andranno a referto, a meno di imprevisti dell’ultima ora. La play Paola Raiola, uscita durante il secondo quarto per un problema alla mano sinistra, si è sottoposta a radiografie che hanno evidenziato una microfrattura all’anulare; l’atleta gialloblù sarà però regolarmente al suo posto in cabina di regia, giocando con una speciale protezione per evitare di subire ulteriori colpi al dito infortunato. Dall’altra parte il pericolo pubblico numero uno sarà ancora la lunga croata Ivona Matic, protagonista di una prova da 10 punti e 19 rimbalzi nel primo atto della serie al PalaMalè in cui ha dominato la battaglia sotto i tabelloni, ma attenzione anche alle triple di Giordano e al talento di Fall e Ribeiro che hanno creato molti problemi alla difesa gialloblù. Palla a due alle 19 al PalaMazzali di Bolzano, direzione di gara che sarà di competenza dei signori Andrea Zangrando di Carbonera (TV) e Stefano Gallo di Monselice (PD).]]> Polstrada: una Pasqua Sicura sulle strade della Tuscia /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39030 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 12:05:10 La Sezione Polizia Stradale di Viterbo ed i dipendenti Distaccamenti di Monterosi e Tarquinia hanno effettuato nei giorni scorsi l'operazione PASQUA SICURA” sulle strade della Tuscia .Infatti, sia nel fine-settimana di Pasqua, sia nello scorso weekend, gli uomini del Dr. Porroni hanno intensificato i servizi di pattugliamento e vigilanza delle principali arterie provinciali, così come disposto dal Compartimento Polstrada “Lazio” ed in linea con le indicazioni emerse in seno al tavolo tecnico effettuato in Questura nei giorni antecedenti le festività.Nelle giornate indicate, come previsto, si è registrato un notevole incremento del traffico veicolare da diporto: lungo la direttrice sud-nord, la SS1 Aurelia /A12 è stata interessata da un notevole flusso di utenti in arrivo e successivamente di ritorno dalle località marittime viterbesi, e la SR2 Cassia ha visto un aumento del numero di autovetture che l’hanno percorsa da Roma verso le cittadine dell'interno della Tuscia; in direzione est-ovest, con particolare riguardo per la tratta di competenza provinciale dell'A1 e la SS675 Orte-Viterbo , sono state utilizzate da quegli utenti che hanno voluto raggiungere l'Alto Lazio partendo da altre località della penisola. Anche le arterie provinciali interne sono state letteralmente prese d’assalto dagli automobilisti per raggiungere il litorale e per effettuare la classica “scampagnata” di Pasquetta, anche grazie al tempo favorevole.L'attività della Stradale ha visto, pertanto, impegnati un numero maggiore di equipaggi che hanno svolto i servizi di specifica competenza sia per mezzo di pattuglie automontate, sia per il tramite di quelle motomontate, garantendo, in tal modo, una notevole flessibilità d'impiego, anche in ragione dell'intensificazione del traffico veicolare.I servizi predisposti sono stati finalizzati a svolgere, come di consueto, da un lato, un'attività di prevenzione attraverso la presenza visibile e costante degli equipaggi che si sono occupati di viabilità e tutela dei viaggiatori,  dall'altro sono stati effettuati controlli sia sulla velocità, per mezzo del telelaser, sia sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti,  con l'utilizzo del precursore e dell'etilometro anche durante le ore notturne, nonché nelle aree di sosta per contrastare fenomeni legati alla commissione di reati, quali truffe, furti e rapine. Durante tale lungo “ponte pasquale”, la Sezione di Viterbo ha posto la massima attenzione su alcuni aspetti legati alla guida, quali: controllo del tasso alcolemico dei guidatori; rispetto dei limiti di velocità e delle distanze di sicurezza; divieto di utilizzo del telefono cellulare; utilizzo obbligatorio dei sistemi di ritenuta di cui sono dotati i veicoli, sia per i sedili anteriori che per quelli posteriori; verifica della perfetta efficienza del mezzo e degli pneumatici.I risultati sono stati apprezzabili: 292 sono state le autovetture sottoposte a verifica e 343 le persone controllate; 154 i soccorsi prestati; 119 le infrazioni al Codice della Strada, tra cui eccesso di velocità, mancato uso delle cinture di sicurezza e utilizzo del cellulare alla guida; dei circa 300 guidatori controllati tramite precursore, nessuno è risultato avere un tasso alcolemico oltre i limiti di legge, mentre sono state ritirate 3 patenti di guida e 3 carte di circolazione per un totale di 108 punti-patente decurtati. Sono stati rilevati anche 3 incidenti stradali, con 5 persone ferite ed un decesso.La sicurezza di tutti i soggetti che utilizzano veicoli rappresenta un obiettivo primario per la Polizia Stradale.  ]]> Spazio Pensilina Viterbo: gli appuntamento dal 29 aprile al 1 maggio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39029 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 12:02:25 Per San Pellegrino in Fiore sbocciano le iniziative allo Spazio Pensilina di Viterbo, in piazzale Martiri d'Ungheria. Visite guidate attraverso la Viterbo Artigiana”, il Viterbino, primo giornale scritto interamente da ragazzi e poi, laboratori, degustazioni ed esposizioni di Piacere Etrusco. Sabato 29 aprile ore 16,30: Viterbo Artigiana, visita guidata nel centro storico, tra gli allestimenti di San Pellegrino in Fiore e ingresso alla Bottega Artistica, con professionisti all'opera, per una dimostrazione pratica della lavorazione della ceramica. A cura della dottoressa Ilaria Albrizio. Costo 8 euro a persona, bambini 0-7 anni gratuito. Prenotazioni entro le 19 di venerdì 28 aprile. Sabato 29 aprile ore 17: presso la Pensilina, conferenza stampa di presentazione de “Il Viterbino. I ragazzi si danno da fare , primo giornale di Viterbo scritto interamente da ragazzi dai 7 ai 14 anni. Durante l'iniziativa, premiazione del concorso loghi, con gli studenti del liceo artistico dell'istituto superiore F. Orioli. Performance 1 euro, portrait dell'artista Federico Paris. Domenica 30 aprile ore 10: Viterbo Artigiana, visita guidata nel centro storico, tra fiori e composizioni e dimostrazione pratica di conio di una moneta presso L’Antica Zecca di Viterbo. Ai partecipanti sarà regalata una moneta come ricordo dell'esperienza vissuta. A cura della dottoressa Simona Sterpa. Costo 15 euro  a persona, bambini 0-7 anni gratuito. Prenotazioni entro le 19 di sabato 29. Lunedì 1 maggio ore 16,30: suggestiva visita guidata nel centro storico, in fiore con San Pellegrino. Il tour comprende l'ingresso a una splendida cantina tufacea del 1200 in piazza Cappella. Gran finale con visita e degustazione presso l'Antico Frantoio Matteucci, un'istituzione in città. Azienda passata di generazione in generazione, con all'interno un piccolo museo dell'olio, dove sono conservati macchinari, alcuni dei quali in funzione ben prima dell'arrivo dell'energia elettrica. Un'esperienza unica, a cura della dottoressa Rosaria Fabrizi. Per info e prenotazioni: 0761.226427 – info@visit.viterbo.it Inoltre, in occasione di Piacere Etrusco, dal 26 aprile, allo Spazio Pensilina, laboratori didattici, incontri, tavole rotonde, degustazioni guidate e show cooking. Per il programma completo delle iniziative: http://www.tusciawelcome.it/]]> Usb Viterbo: il 29 aprile manifestiamo per promuovere una cultura della pace /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=39028 www.occhioviterbese.it 2017-04-26 09:44:03 Lo Stato della Siria è un territorio ricco di materie prime, che fanno gola a troppe nazioni. Gas e petrolio costituiscono le fonti principali di approvvigionamento e di monopolio per i mercati. Poco tempo fa, gli Stati Uniti hanno lanciato 59 missili contro una base militare siriana, in risposta all’attacco con armi chimiche che ha ucciso 74 persone. Ora gli USA colpiscono direttamente il regime di Al Assad, anche se il conflitto dura da più di 6 anni e le vittime ammontano a più di 300 mila persone e Trump chiede, a tutte le nazioni civili, cioè all’Europa, di schierarsi in modo da porre fine alla guerra. Stati Uniti, Francia Inghilterra e Turchia appoggiano i ribelli, l’Esercito Siriano Libero. Cina, Russia , Venezuela e Iran, invece, si schierano con la dittatura. In gioco c’è il controllo di un sottosuolo ricchissimo. Il fine di ambedue di gli schieramenti è, comunque, quello della creazione di Stati fantoccio che permettano la gestione delle risorse. Usb, in seno all’organizzazione Eurostop, conferma la necessità di rompere con l’euro, UE e la Nato, contro un avventurismo militare e imperialista in Medio Oriente, che ha il solo scopo di distruggere strutture statali a favore di formazioni terroristiche. Concretamente, scende in piazza, il 29 aprile, a Viterbo,  all'interno della comunità “Viterbo insieme per la pace”, per promuovere e manifestare la cultura della pace, della solidarietà e dei diritti umani. Usb Viterbo  ]]>