it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese “Un episodio da attribuire ad una tragica fatalità”. Il presidente della proloco Giacomi commenta la morte del cavallo al Palio di S.Anselmo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29172 www.occhioviterbese.it 2015-04-26 12:49:31 “L’incidente di ieri è da attribuire ad una tragica fatalità”. Così commenta il presidente della proloco Giacomi, il tragico episodio che ha avuto come conseguenza la morte del cavallo Quintana al Palio di Sant’Anselmo di Bomarzo. “Visionando il filmato che mostra quanto accaduto, si evince chiaramente come la disgrazia sia da attribuire all’azzardata manovra dovuta all’inesperienza del giovane fantino, che, stringendo la curva, ha ostacolato la corsa degli altri cavalli che sopraggiungevano a ritmo sostenuto, determinando la drammatica sequenza conclusasi con la rovinosa caduta del cavallo che purtroppo è morto.”   “Ci tengo a sottolineare che sono state rispettate rigorosamente tutte le norme previste in queste circostanze, così come le procedure di sicurezza – continua Giacomi – circostanze queste verificate anche dai Nas intervenuti stamattina in località Fossatello.”   “Quello che è accaduto ci rammarica e ci addolora – conclude il presidente della proloco – in quanto tutti noi siamo profondamente amanti degli animali. Ci auguriamo pertanto che questo tragico episodio, frutto di una sfortunata fatalità, non venga sfruttato in maniera speculatoria nei confronti di una manifestazione che rappresenta la massima espressione delle tradizioni locali e che è sempre stata portata avanti nell’estremo rispetto dei cavalli che ne sono i protagonisti.”    ]]> Palio di Sant'Anselmo: morto un cavallo e ferito un fantino /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29171 www.occhioviterbese.it 2015-04-26 09:27:57 Il tradizionale palio di sant'Anselmo, corsosi come ogni anno il 25 Aprile, nell'edizione 2015 ha mietuto una vittima. In uno scontro, durante la corsa, il cavallo della contrada Poggio, il mezzosangue Quintana, si è schiantato contro la recinzione lungo una curva travolgendo il cavallo della contrada Croci che lo precedeva. Il cavallo Quintana è morto; il secondo è rimasto illeso. Nell'incidente è rimasto ferito anche il fantino della contrada Croci, rimasto a terra privo di sensi. L'uomo è stato trasportato d'urgenza al Pronto Soccorso tramite eliambulanza. Il palio è stato immediatamente interrotto. Sul posto sono giunti anche i carabinieri di Bomarzo per i rilievi di rito e per far allontanare i presenti. STT]]> Donne scippate in auto a Viterbo: occhio alla truffa delle monetine /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29170 www.occhioviterbese.it 2015-04-26 09:17:00 Di recente sono state diverse le denunce presentate  alla Polizia di Stato, presso la Questura di Viterbo,  per una particolare truffa compiuta  ai danni dei cittadini.Le modalità  sono sempre le stesse:  i truffatori seguono visivamente le vittime, quasi sempre donne,  che parcheggiano l’auto  in luoghi riservati  alle soste brevi e si allontanano dalla vettura. A questo punto  vengono depositate delle monete a terra sotto lo sportello del conducente.I truffatori attendono l’arrivo della proprietaria della macchina che, come spesso avviene, appoggia la borsetta sul sedile del passeggero e sale a bordo. Uno dei truffatori si avvicina, quindi,  all’auto e avverte la vittima che salendo le sono caduti dei soldi. Notate le monete la donna, il più delle volte,  scende dall’auto per raccoglierle:  il complice apre lo sportello del passeggero e,  con destrezza, afferra la borsa e si dilegua velocemente.La Polizia di Stato raccomanda di prestare la massima attenzione a queste e ad altre analoghe truffe, avendo cura di allertare immediatamente le forze dell’ordine al minimo sospetto.]]> Terremoto in Nepal: oltre 2.000 vittime. Salvi due studenti viterbesi dell'Unitus /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29169 www.occhioviterbese.it 2015-04-26 08:58:53 Riceviamo e pubblichiamo - Un ‘postdoc’ e uno studente dell’Università della Tuscia, Stefano Valle e Lorenzo Traverso sono attualmente a Kathmandu sopravvissuti ad uno dei più terribili e catastrofici terremoti degli ultimi 10 anni. Sono in Nepal nell’ambito di un progetto di cooperazione del MAE coordinato dal DIBAF-Università della Tuscia sotto la responsabilità scientifica del Prof. Andrea Vannini. Questa mattina alle 9:30 ora Italiana la capitale del Nepal è stata colpita da scosse di terremoto fino all’ottavo grado della scala Richter. La città ha subito danni gravissimi e ad ora si contano circa 1000 vittime. Stefano Valle, residente a Viterbo e Lorenzo Traverso, romano, insieme ad un funzionario del MAE-IAO di Firenze, sono stati sorpresi dalla scossa mentre erano appena rientrati in albergo da una missione operativa nell’ovest del paese forniscono supporto tecnico alle comunità agricole locali. Sono fortunatamente  sani e salvi ma bloccati a Kathmandu, il cui aeroporto ha subito gravi danneggiamenti e funziona a singhiozzo. Il Prof. Vannini è riuscito a mettersi in contatto telefonico con loro e ha immediatamente allertato i familiari e l’Unità di Crisi della Farnesina fornendo nomi e recapiti. Informato sull’accaduto il Sindaco Michelini e l’Assessore Barelli hanno immediatamente contattato la Farnesina chiedendo di essere tenuti aggiornati sullo svolgersi degli eventi e sulla possibilità di far rientrare i due ricercatori il prima possibile in Italia. La Farnesina ha comunicato che i ricercatori stanno bene, che questa notte dormiranno accampati e che si augurano di rientrare quanto prima in Italia.]]> 25 Aprile /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29168 www.occhioviterbese.it 2015-04-25 16:34:34 Oggi è il 25 aprile, anniversario della Liberazione. Si sappia noi esserne degni. E per esserne degni occorre lottare per la vita, la dignità, i diritti e la liberazione di tutti i popoli e di tutte le persone che libere e liberi ancora non sono. La Resistenza continua nell'azione nonviolenta per la liberazione dell'intera umanità. Per la pace e i diritti umani; per il disarmo e la smilitarizzazione; contro la guerra e tutte le uccisioni, contro il razzismo e tutte le persecuzioni, contro il maschilismo e tutte le oppressioni. Oggi è il 25 aprile, anniversario della Liberazione. Si sappia noi esserne degni.   Peppe Sini, responsabile del Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo]]> Inaugurato a Bomarzo un busto in bronzo raffigurante il Carabiniere Medaglia d’Oro al Merito Civile Luciano Fosci /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29167 www.occhioviterbese.it 2015-04-24 14:31:21 Questa mattina alle ore 09.00, in Bomarzo, nell’ambito dei festeggiamenti in onore del Santo patrono Sant’Anselmo, è stato inaugurato un busto in bronzo raffigurante il Carabiniere Medaglia d’Oro al Merito Civile Luciano Fosci. Il militare dell’Arma originario di Bomarzo, il 1° agosto 1952, mentre prestava servizio quale addetto alla Stazione Carabinieri operante a Chisimaio (Somalia), nell’ex colonia affidata all’amministrazione fiduciaria italiana, fu colpito a morte durante una manifestazione politica nel tentativo, insieme al suo Comandante di Stazione, di bloccare i manifestanti inferociti. Il 28 maggio 2010 a riconoscimento dell’altissimo senso del dovere e delle elevate virtù civiche dimostrate gli è stata concessa la Medaglia d’Oro al Merito Civile. Oggi la sezione di Bomarzo dell’Associazione Nazionale Carabinieri  alla presenza del Sindaco di Bomarzo, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Viterbo, e dei familiari dell’eroe ha inaugurato il busto posto in Corso Meonia nei pressi del Monumento ai caduti. L’opera, che è stata realizzata dal noto scultore Vezio Paoletti, è stata inaugurata durante una cerimonia che ha visto lo scoprimento del busto, la resa degli onori con la lettura della motivazione della concessione della medaglia seguita dalla benedizione della statua e dal discorso del Presidente della Sezione di Bomarzo dell’Associazione Nazionale Carabinieri Antonino Stella e del sindaco di Bomarzo Roberto Furano  Successivamente le autorità e i convenuti sono stati salutati durante un sobrio rinfresco.]]> Un weekend di passeggiate nella natura con le visite guidate e le attività nelle Aree Protette del Lazio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29166 www.occhioviterbese.it 2015-04-24 14:12:27 Dal 25 aprile partono una serie di iniziative alla scoperta  della bellezza del nostro territorio  Salire sulla vetta più alta del Parco Naturale dei Monti Aurunci per ammirare il panorama mozzafiato sulle isole pontine, il Parco del Circeo, il Parco d’Abruzzo e il Vesuvio; oppure fare Nordic Walking nella Terra degli Etruschi al Parco Regionale Marturanum. Sono due delle tante visite guidate e attività che partiranno questo week end di festa nelle Aree Protette del Lazio.                    Alle 8.30 di domenica 26 aprile dal Rifugio di Pornito partirà la passeggiata verso il Monte Petrella. Al Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili alle 9 del 26 aprile è in programma “Il Giardino dei Cinque Sensi”, una serie di visite guidate, giochi ecologici, escursioni e laboratori ad accesso gratuito.  Aprile è il mese in cui il SIC (Sito d’Importanza Comunitaria) di Vallerosa, nella Riserva Naturale Regionale Selva del Lamone, si riempie di orchidee in fiore e proprio questa domenica alle ore 9.00 sarà possibile immergersi nella natura alla ricerca di queste coloratissime fioriture.  Agli amanti della natura e della storia è invece dedicato “Al passo con gli Etruschi: Nordic Walking nella Terra dell’antico popolo”, una passeggiata di 4 ore all’interno dell’area protetta del Parco Regionale Marturanum in programma per domenica 26 aprile alle ore 10.00. “Cammina con me” è invece l’attività organizzata dal Parco Regionale Riviera di Ulisse - Monte Orlando per il 30 maggio alle ore 15.30. Un cammino di passi, di pensieri e di esperienze per chi vuole regalarsi un paio di ore all’aria aperta, condividendo insieme esperienze ed emozioni. L’iniziativa si ripeterae#768; ogni giovedie#768; tra il 30 aprile e l’11 giugno. Queste sono solo alcune delle tantissime visite guidate ed escursioni che si svolgeranno tra il 25 e il 30 aprile, per maggiori informazioni su questi e sugli altri appuntamenti si può consultare il sito di Life Go Park.  Le Aree Protette della Regione Lazio, anche tramite il progetto Life Go Park, offrono una serie di iniziative per fruire consapevolmente del territorio. Un calendario di iniziative, attività e visite guidate ricco di numerosi eventi che si protrarranno fino al 27 settembre prossimo.   Questi eventi, oltre a mostrare le caratteristiche degli habitat e le azioni prodotte dalle Aree Protette per la conservazione e la tutela della biodiversità, mirano essenzialmente a dar modo ai cittadini di esercitare una “fruizione consapevole” e insieme emozionale per godere appieno delle peculiarità naturalistiche e storiche presenti nella Regione Lazio. D’altronde non si può tutelare ciò che non si conosce e si tutela ancora meglio quando c’è un legame emozionale con il territorio stesso.  Life Go Park, che cos’è? Life Go Park è tra gli 11 progetti approvati dalla UE nell’ambito del programma LIFE+ Informazione e Comunicazione . Il progetto vuole sostenere le Aree protette del Lazio nel lavoro di educazione ambientale, attraverso l’implementazione delle informazioni messe a disposizione degli Utenti e attraverso l’esperienza diretta, la visione e la frequentazione dei luoghi da proteggere che riducono la distanza ed aumentano il livello di sensibilità ed attenzione rispetto ai problemi naturalistici.  Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea e dalla Regione Lazio. Il Parco dei Castelli Romani è il capofila del progetto, gli altri partner sono Nova Consulting srl e Metafora srl.   Life Go Park coinvolge diversi destinatari: operatori delle Aree Naturali Protette della regione Lazio; ARP; docenti e studenti delle scuole laziali; cittadini, turisti ed operatori turistici attivi nel territorio regionale.  Segui Life Go Park: facebook.com/lifegopark Twitter: @LifeGoPark2013 Web: www.lifegopark.it]]> Massimo Ranieri, Harley Davidson e Pablo e Pedro per la festa di Vasanello /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29165 www.occhioviterbese.it 2015-04-24 14:09:45 Tutto pronto, a Vasanello, per le celebrazioni in onore del Santo patrono, San Lanno, che prenderanno il via il prossimo 3 maggio e proseguiranno fino al 10 maggio. Una settimana di festeggiamenti in grande stile, con tantissimi appuntamenti in programma, pianificati per accontentare tutta la cittadinanza che, durante l’anno, collabora in maniera attiva al sostegno, non solo economico, della manifestazione. L’organizzazione è a cura della Classe 1975, guidata da Domenico Lannaioli, che quest’anno è riuscita ad elaborare un calendario davvero notevole, con diversi eventi di assoluto rilievo.  Martedì 5 maggio, ad esempio, dalle 18, per le vie del paese sfilerà la fanfara dei bersaglieri in congedo della sezione di Viterbo, mercoledì 6 maggio, in mattinata, lezione di educazione stradale a cura della Polizia Stradale mentre giovedì 7 maggio, alle 21.00 esibizione del duo comico Pablo e Pedro. L’appuntamento clou è però, indubbiamente, il concerto live di Massimo Ranieri venerdì 8 maggio alle 21.  Il concerto, ad ingresso gratuito, si prospetta come un evento memorabile che richiamerà in paese migliaia di fan e appassionati del cantante napoletano. Sul palco,  uno dei mostri sacri della musica italiana, porterà il suo nuovo spettacolo “Sogno e son desto”, ideato e scritto da Gualtiero Peirce e dallo stesso Massimo Ranieri ed organizzato in collaborazione con Carramusa Group e con il patrocinio del comune di Vasanello. “Lo spettacolo “Sogno e son desto” – come ha spiegato lo stesso cantante -  è dedicato ai mille significati del coraggio e “non sarà dedicato ai vincitori e agli eroi, ma agli ultimi e ai sognatori: gli uomini e le donne cantati dalla musica di Raffaele Viviani e di Pino Daniele; o dal teatro di Eduardo De Filippo e Nino Taranto.  Tra canzoni e monologhi non mancheranno i colpi di teatro: nel recital Ranieri andrà oltre il repertorio della canzone napoletana, interpretando brani dei più celebri cantautori italiani e internazionali: da Fabrizio De Andrè a Francesco Guccini, da Charles Aznavour a Violeta Parra”. Sabato 9 maggio, infine, la conclusione dei festeggiamenti sarà con il raduno di auto storiche e quello delle Harley Davidson. In serata, grandioso spettacolo pirotecnico.]]> Una delegazione del Circolo Pd di Viterbo alla cerimonia dell’A.N.P.I /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29164 www.occhioviterbese.it 2015-04-24 14:07:50 “Rendiamo omaggio al giorno della Liberazione, ricordando che è sempre il 25 aprile tutte le volte che troviamo, nella nostra vita, il coraggio di ribellarci a tutto ciò che troviamo di disonesto, corrotto, inaccettabile moralmente e politicamente”, così il segretario del Circolo unico Pd di Viterbo Carlo Mancini. Domani il Circolo Pd di Viterbo sarà presente con una propria delegazione alla cerimonia organizzata dall’A.N.P.I, in occasione della Giornata della Liberazione. “Settanta anni fa avveniva il riscatto del popolo italiano dal giogo nazifascista – così Mancini -. Importante non dimenticare e rendere il giusto onore all’eroismo di chi si oppose combattendo contro un sistema di potere nemico della democrazia e della libertà”.]]> L’oro verde della Tuscia a Expo Fest Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=29163 www.occhioviterbese.it 2015-04-24 14:06:37 Sabato 25 e domenica 26 aprile degustazioni, vendita, e percorsi sensoriali alla scoperta degli oli extravergine di oliva e Dop Tuscia e Dop CaninoIn occasione di Expo Fest Viterbo, la manifestazione organizzata dall’Amministrazione comunale sabato 25 e domenica 26 aprile in vista di Expo 2015, la Camera di Commercio di Viterbo presenta ”L’oro verde della Tuscia” nei Giardini di Palazzo dei Priori. L’iniziativa prevede il sabato dalle ore 17,30 alle 20 e la domenica dalle ore 11 alle 20 la degustazione e vendita degli oli extravergine di oliva e DOP Tuscia e DOP Canino, in collaborazione con i Comitati di assaggio Ufficiali Panel VT1 e Panel VT2 di Viterbo. Inoltre il sabato, alle ore 19, percorsi sensoriali con la guida dei Capi Panel VT1 e VT2 Lucia Lancetti e Maria Teresa Frangipane. Gli oli in degustazione sono delle aziende aderenti all’iniziativa e licenziatarie del Marchio Tuscia Viterbese.   L’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA DOP CANINO È un olio extravergine d’oliva ottenuto dalle varietà di olive Canino, Leccino, Pendolino, Maurino e Frantoio, con un’acidità massima dello 0,50%, un colore verde smeraldo con riflessi dorati e un odore fruttato che ricorda il frutto sano e fresco ed un sapore deciso, con retrogusto amaro e piccante, con sentori di cardo selvatico e carciofo. La zona di produzione ricade nei comuni di Canino, Arlena di Castro, Cellere, Ischia di Castro, Farnese, Tessennano, e parte della superficie dei comuni di Montalto di Castro e Tuscania.   L’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA DOP TUSCIA L’olio extravergine d’oliva DOP Tuscia è ricavato principalmente dalle olive della varietà Frantoio, Canino e Leccino. Le caratteristiche di questo sono un colore verde smeraldo, con riflessi dorati, l’odore fruttato che ricorda il frutto sano e fresco, un sapore di fruttato medio con equilibrato retrogusto di amaro e piccante di intensità variabile ed un’acidità totale massima dello 0,50 %. La zona di produzione comprende in pratica i comuni della provincia di Viterbo il cui territorio non compresi nell’area di produzione della DOP Canino.   I COMITATI DI ASSAGGIO PROFESSIONALI – PANEL VT1 E VT2 Presso la Camera di Commercio di Viterbo sono operanti 2 Comitati di Assaggio Professionali, denominati rispettivamente VT1 e VT2 ed autorizzati dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con Decreti H-473 e H-474  del 13.8.2007. Ai Comitati, composti da Assaggiatori in possesso di requisiti di idoneità che operano sotto la direzione di un  Capo Panel riconosciuto, è demandata l’analisi organolettica degli oli vergini di oliva, al fine di stabilire la classificazione merceologica del prodotto (D.O.P., extravergine, vergine, lampante) per la sua immissione al consumo. Pertanto le partite di olio che richiedono la certificazione D.O.P. Canino e Tuscia vengono sottoposte obbligatoriamente all’analisi organolettica dei Comitati (panel test).   IL MARCHIO COLLETTIVO TUSCIA VITERBESE È stato istituito nel 2003 dalla Camera di Commercio di Viterbo per contraddistinguere e promuovere prodotti e servizi realizzati nella provincia di Viterbo e che rispondano a determinati requisiti di qualità e tipicità. L’identificazione dell’origine delle produzioni e il rispetto dei disciplinari di qualità sono verificati e garantiti dall’Ente camerale attraverso il Comitato di gestione e controllo del Marchio Tuscia Viterbese. Il Marchio Tuscia Viterbese nasce per soddisfare l’esigenza degli operatori di raggiungere ed essere ben visibili presso mercati di consumo più vasti, anche internazionali, che non sempre sono alla portata delle piccole aziende locali. Il Marchio collettivo, quindi, promuove prodotti e servizi identificandoli sotto la stessa origine, rappresentata dal territorio della Tuscia viterbese. Al contempo, gli stessi prodotti a marchio promuovono il territorio in quanto espressione diretta di un ambiente che, in virtù delle proprie peculiarità ambientali e sociali, si presenta propizio allo sviluppo di un’enogastronomia ed un  artigianato di qualità. Nell’ambito dei prodotti a Marchio Tuscia Viterbese sono stati approvati, in particolare, i disciplinari di produzione dell’olio extravergine di oliva a DOP Canino e DOP Tuscia.    ]]>