it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese Presentazione lista M5S Orte /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34980 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 14:42:31 Sabato 30 Aprile presso i locali del Francy Bar, DLF Orte Scalo, il candidato sindaco dei pentastellati ortani Massimo Dionisi, ha presentato la compagine con cui si presenterà all'appuntamento elettorale del 5 Giugno pv. L'evento, moderato dal dott. Usai, si é aperto con il saluto del dello stesso Dionisi cui sono succeduti gli interventi degli altri cittadini scelti dal Movimento 5 Stelle ortano per correre al fianco del candidato sindaco. Ha iniziato Ximena Carlodalatri che ha esposto ai numerosi cittadini intervenuti le dinamiche del bilancio comunale e gli elementi finanziari su cui il M5S pone da sempre l'attenzione nei suoi programmi di governo, quindi gli interventi di Valentina Proietti sulle attività produttive e di Tiziana Cherubini sulla salute. È stata poi la volta di Alessandro Carlini, Mario De Paolis, Franco Tofone ed Enrico Fabrizi, su urbanistica ed ambiente. La parola è poi passata a Carlo Eugeni sul tema cultura che ha inoltre sottolineato l'organicità del programma del Movimento che, nel suo insieme, rappresenta con semplicità e chiarezza la logica dell'azione amministrativa trasparente proposta da questa lista, costituendone il suo dirompente punto di forza. Hanno seguito gli interventi di Fabrizia Fabiani sulle politiche sociali e quelli inerenti lo sport, il turismo e la sicurezza da parte rispettivamente di Sergio Caciotta, Giovanni Primavera e Luigi Uccellini. Ha concluso la presentazione della lista l'intervento a braccio di Massimo Dionisi che ha mostrato puntualità e competenza negli esempi di come un'amministrazione efficiente e trasparente potrebbe ottimizzare le esigue risorse disponibili per massimizzare il benessere collettivo. Dionisi ha anche precisato che il M5S, al contrario degli altri schieramenti, non chiede voti ma chiede ai cittadini di informarsi approfonditamente e, a quel punto, la scelta sulla lista in cui riporre la fiducia, sarà meramente conseguenziale. Ha proseguito poi annunciando che la loro campagna elettorale sarà una campagna fatta sui social e sui centri di ascolto presso gli infopoint del Movimento, coerentemente con il progetto di trasparenza che intendono portare avanti ed ha concluso ringraziando tutti quei cittadini attivi che contribuiscono quotidianamente alla formazione del programma segnalando bisogni, esigenze, inefficienze e soluzioni per migliorare la qualità della vita nel comune di Orte. Il M5S si è dichiarato molto soddisfatto dell'interesse che l'evento ha suscitato in termini di partecipazione e della curiosità dimostrata anche da chi si è dichiarato votare per gli altri , tutti comunque rimasti fino alla conclusione dei lavori.]]> Riqualificazione del Cinema Teatro Genio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34979 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 14:39:31 Aver letto che il Consorzio Biblioteche ha un progetto che riguarda la riqualificazione del Cinema Teatro Genio e soprattutto un progetto culturale ad esso legato, crediamo possa solo far piacere a noi amministratori e destare la nostra curiosità e la nostra massima attenzione. La sicurezza e la determinazione che anima il suo Commissario ci fa ben sperare per il futuro di questa struttura comunale che ha rappresentato tanto nel passato e che dovrà essere messa in condizioni dignitose di fruibilità da parte dei cittadini per il futuro. Il commissario Pelliccia, nelle sue richieste, ha già brevemente delineato ipotesi di utilizzo strutturale, culturale e di finanziamenti certi che dovrebbero indurre il Sindaco e la Giunta a ragionare bene sulle cose da fare e quale percorso virtuoso scegliere nell’interesse pubblico. Il commissario afferma di immaginarsi un luogo con al centro i libri, ma anche la storia del cinema e dove dare esercizio al cammino che abbiamo da poco avviato con l’apertura della “Biblioteca delle Arti e dello Spettacolo”. Oltre ciò non è secondario l’aspetto della gestione pubblica rispetto a quella privata con la concreta prospettiva di orizzonti occupazionali significativi e reali in ambito culturale, per cui riteniamo giusta la richiesta di accantonare il bando e prendere in seria considerazione la proposta del Consorzio Biblioteche che è una realtà pubblica come pubblica è la proprietà del Cinema Teatro Genio. Pelliccia si dice convinto di essere competitivo nella prospettiva di riconsegnare alla città questo spazio culturale. Il gruppo Consigliare del GAL chiede ufficialmente al Sindaco ed alla Giunta Comunale di soprassedere alla pubblicazione del bando che peraltro riguarda la gestione di privati e prendere in seria considerazione la proposta del Commissario Pelliccia ed al più presto procedere ad una attenta valutazione della proposta del Consorzio Biblioteche, che tra le altre cose è anche del Comune, e verificare la bontà della proposta stessa. Se tale proposta non fosse soddisfacente allora si procederà al bando senza avere alcun rimpianto ed alcun dubbio in merito. Nel caso che la richiesta del Commissario del Consorzio Biblioteche cittadino dovesse non essere considerata minimamente, sarà dovere di chi amministra giustificare a noi consiglieri ed ai cittadini perché a priori, o meglio a Palazzo dei Priori, si preferisca la gestione privata in luogo di quella pubblica senza ascoltare le proposte della parte pubblica.   I Consiglieri Comunali del gruppo GAL Francesco Moltoni e Sergio Insogna]]> Giancarlo Turchetti (UIL): solidarietà a Mecorio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34978 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 13:39:10 “Esprimo tutta la mia solidarietà e quella della Uil di Viterbo al Segretario Generale della FPL Lamberto Mecorio per il violento attacco subito da una fantomatica sigla venuta fuori all’improvviso dentro l’Ospedale Belcolle solo per tentare di gettare fango sulle lotte e le importanti conquiste sindacali di questi mesi da parte dei precari della sanità”. A dichiararlo è Giancarlo Turchetti, Segretario Generale della Uil di Viterbo. “Un gesto folle e vile – prosegue Turchetti – Il gesto di persone vigliacche che non hanno nulla a che fare con i precari e la cultura sindacale e il sacrificio che ogni giorno i sindacalisti fanno per tutelare e affermare sempre di più i diritti dei lavoratori. Lamberto è un dirigente sindacale di straordinario valore, sempre impegnato al fianco dei lavoratori e dei precari come i risultati ottenuti dopo mesi di duro lavoro stanno ampiamente dimostrando. Il Sindacato – conclude Giancarlo Turchetti – non solo non ha paura, ma reagirà fermamente contro chi vuole intimidire i lavoratori con mezzi violenti. E lo farà rispondendo colpo su colpo”.]]> Installata una webcam alla foce del fiume Fiora /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34977 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 12:13:11 L'associazione Liquido Kite, in collaborazione con il Comune di Montalto di Castro, ha installato una webcam in direzione della foce del fiume Fiora a Montalto Marina. Il progetto, che ha finalità per l'attività sportiva dedicata ai surfisti, ha come obiettivo anche la promozione turistica delle bellezze paesaggistiche del territorio di Montalto, permettendo inoltre di avere in tempo reale le condizioni meteorologiche di questo tratto di spiaggia altamente frequentato da pescatori, diportisti e turisti. La webcam è stata posizionata sullo stabile che ospita la Guardia costiera e le immagini, visibili anche durante le ore notturne, non vengono in alcun modo registrate. Il progetto rispetta la legge sulla privacy in quanto i volti delle persone non sono riconoscibili. E' stata inoltre installata una stazione meteorologica dalla quale è possibile, consultando il sito dell'associazione (www.liquidokite.it), conoscere gratuitamente in tempo reale la direzione del vento. Il live è anche online sul sito del Comune. Sono invece solamente accessibili agli associati dell'Asd Liquido Kite tutti gli altri dati che riguardano le condizioni meteo della zona. L'iniziativa fa parte di una collaborazione con le associazioni locali su un concetto turistico che l'amministrazione comunale sta portando avanti dal suo insediamento]]> Mecorio (UIL FPL), Belcolle: gesto violento senza precedenti contro UIL /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34976 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 09:10:41 Un gesto senza precedenti. Un testo 'violento' e con un linguaggio che pensavamo di esserci lasciati alla spalle con la fine degli 'Anni di Piombo'. Un vero e proprio comportamento intimidatorio nei miei riguardi, nei riguardi della Uil e dell'azione sindacale in generale . A dichiararlo è Lamberto Mecorio, Segretario Generale della Uil FPL di Viterbo, preso di mira nel fine settimana da un volantino scritto da un fantomatico Gruppo precari indipendenti della ASL di Viterbo e lasciato clandestinamente nei locali dell'Ospedale Belcolle.   Mi si accusa di tutto - prosegue Mecorio - con un linguaggio e con toni d'altri tempi in cui si punta il dito contro di me dipingendomi come responsabile, assieme a tutta la Uil, delle difficoltà dei precari, della Legge Fornero, del blocco delle assunzioni, dell'allungamento dell'età pensionabile, dei licenziamenti nelle strutture private e altro ancora. Si parla della Uil come organizzazione 'asservita al padrone politico di turno' e di me come 'fanatico sindacalista'. Perché questo linguaggio intimidatorio? Con quale obiettivo? - sottolinea Mecorio - Forse con la speranza che qualcuno prenda provvedimenti violenti contro di me per aver toccato, con il lavoro sindacale a sostegno dei precari, interessi che non dovevano essere nemmeno sfiorati? Cosa devo aspettarmi, che dopo questo volantino che sembra uscito dal ciclostile di un'organizzazione clandestina degli anni '70, qualcuno mi aspetti fuori di casa per sparami alle gambe? Chiunque lo abbia scritto - spiega Mecorio - dovrebbe innanzitutto vergognarsi e farlo non verso di me, ma nei confronti di tutti i lavoratori e di tutti i precari. Precari, tutti rappresentati al Belcolle da un coordinamento ufficiale che ha sempre collaborato fianco a fianco con il sindacato e a tutela dei diritti del lavoratore. Coordinamento i cui appartenenti hanno già espresso la loro solidarietà nei miei rigaurdi con messaggi e telefonate. Questa sigla che oggi accusa violentemente il sindacato è nata all'improvviso per aggredire su un tema molto sentito dalle persone e dalle famiglie. Poi, chiunque lo abbia scritto, sappia che né io, né la Uil ci faremo mai e poi mai spaventare da questi quattro 'ruba galline'. Il sindacato, nel corso della sua storia, ha avuto a che fare con nazisti, fascisti, mafia e terroristi, a partire da un linguaggio simile a quello messo nero su bianco nel volantino lasciato al Belcolle. Ed ha affrontato tutto a testa alta e a volto scoperto, non con il passamontagna di chi si nasconde vigliaccamente dietro una sigla. Ha affrontato tutto senza paura, con la sola forza delle proprie braccia, della democrazia e con la dignità del mondo del lavoro, regolando i conti di volta in volta. Infine, appena entrato in possesso del volantino, ho sporto subito denuncia presso la Questura di Viterbo e laddove verranno scoperti i responsabili di questo gesto indecoroso, provvederò a presentare anche querela per diffamazione e gli eventuali risarcimenti - conclude Lamberto Mecorio - verranno messi a disposizione dei precari co.co.pro. per le spese legali che si rendessero necessarie alla loro stabilizzazione .]]> Montefiascone ha un campione europeo di kick boxing /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34975 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 09:01:03 Si chiama Stefano Menchinelli, montefiasconese doc, classe 1988, ha conseguito il 20 marzo 2016 ad Alatri (provincia di Frosinone) il titolo europeo classe B categoria 65 kg per la federazione I.K.T.A. (Intenational Kick Thai Association). Stefano vanta un curriculum invidiabile: 9 match light contact (8 vittorie ed un pareggio); 6 match a contatto pieno (5 vinti ed uno perso); 6 match professionista (4 vinti e 2 persi) ed infine proprio il titolo europeo.  Adesso si allena duramente per il match del 15 maggio ad Orte del circuito Fight One, match valevole per la qualificazione ad Oktagon,torneo conosciuto a livello mondiale. A prepararlo è il maestro Renato Sini. A fargli i complimenti a nome di tutta la cittadinanza è l’assessore allo sport Nando Fumagalli: “Voglio complimenti a nome dell’intera amministrazione comunale, di tutte le realtà sportive del territorio e dell’intera cittadinanza con il fuoriclasse Stefano Menchinelli, che si è laureato campione europeo di kick boxing classe B categoria 65 kg lo scorso 20 marzo ad Alatri. Stefano è un vero e proprio campione, che sta portando in alto i colori della città di Montefiascone, a livello europeo e mondiale. È al suo settimo anno di attività sportiva nella kick boxing, e nonostante gli impegni lavorativi, riesce ad esprimersi al meglio in questa disciplina. È il simbolo che con la grinta, la tenacia e soprattutto con la grande passione, si può riuscire a fare grandi cose”. “Stefano  -prosegue Fumgalli- sta raggiungendo enormi ed importantissimi traguardi a livello europeo ed internazionale.  Attualmente  si allena duramente per prepararsi al meglio per il match del 15 maggio  ad Orte del circuito Fight One, match valevole per la qualificazione ad Oktagon, torneo internazionale conosciuto in tutto il mondo.  Speriamo possa riuscire in questa ulteriore impresa. A lui va il mio più grande in bocca al lupo, con la speranza che possa ancora una volta portare in alto il nome di Montefiascone nello sport internazionale”.      ]]> Mostra una patente contraffatta: denunciato un 46enne a Farnese /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34974 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 08:59:21 I Carabinieri della Stazione di Franese hanno denunciato un uomo 46nne per guida con patente revocata, falso e uso di atto falso. L’uomo è stato controllato , a bordo di una autovettura con targa bulgara, ed alla richiesta di mostrare la patente di guida ha presentato una patente rilasciata dall’autorità ucraina che dopo i primi accertamenti svolti è risultata essere palesemente contraffatta. A tal punto sono partiti gli accertamenti dei militari che hanno permesso di appurare che la patente di guida italiana gli era stata revocata dal Prefetto di Viterbo. A questo punto i militari hanno posto sotto sequestro la patente contraffatta e hanno denunciato l’uomo per i reati sopra riportati. Anche l’auto con targa bulgara è stata sottoposta a sequestro e sono in atto le procedure per la confisca.  ]]> Minaccia la convivente: arrestato un 50enne /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34973 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 08:56:33 A seguito di un’attività investigativa coordinata dalla  Procura della Repubblica di Viterbo  nel tardo pomeriggio di ieri, personale della Polizia di Stato della  locale Squadra Mobile ha notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ad un cinquantenne residente in un paese della provincia di Viterbo, con precedenti per reati contro la persona, tra cui omicidio volontario, minacce e percosse. In particolare, le attività d’indagine che hanno determinato l’A.G. ed emanare il citato provvedimento restrittivo, per i reati previsti dagli artt. 61, 572, 612 e 339 c.p., traggono origine da una denuncia presentata negli uffici della Squadra Mobile dalla convivente dell’uomo, nella quale venivano evidenziate tutta una serie di vessazioni di natura psicologica e fisica a cui la malcapitata era stata sottoposta nel periodo della loro convivenza. L’uomo ossessionato dalla gelosia, la umiliava continuamente con frasi irripetibili, le impediva di frequentare i suoi familiari e i suoi amici, la minacciava ripetutamente di morte mediante l’utilizzo di coltelli. Addirittura, vantandosi del fatto che nella sua regione d’origine da giovane aveva commesso un omicidio ai danni di un suo coetaneo, diceva alla compagna che gli avrebbe fatto fare la stessa fine. Le vessazioni fisiche le subiva anche durante il periodo della sua gravidanza, essendo oggetto di percosse con schiaffi e pugni. Dal racconto della vittima emergeva che l’uomo durante la convivenza, aveva sottoposto a continui atti di violenza psicologica anche la figlia minore della donna, avuta da un precedente matrimonio, la quale oltre ad essere oggetto di frasi offensive, era costretta ad assistere alle percosse e minacce nei confronti della madre. In base a quanto dichiarato  nella denuncia, il 18 aprile u.s. per il tramite dei servizi sociali, personale della Squadra Mobile trasferiva d’urgenza in una struttura protetta la vittima unitamente ai due figli minori; questo al fine di scongiurare, nella fase delle indagini, ogni minimo pericolo per la loro incolumità.           In tali frangenti veniva effettuata una perquisizione domiciliare e personale a carico dell’indagato che consentiva di rinvenire e sequestrare due coltelli di genere vietato, di cui uno occultato sulla sua persona. Contestualmente si effettuavano opportuni riscontri a quanto denunciato dalla donna anche mediante diverse audizioni testimoniali. Veniva sentita a verbale, nelle forme dell’audizione protetta alla presenza di esperti di psicologia infantile, la minore che confermava le vessazioni  subite dall’uomo. Trasfuse tutte le risultanze investigative in una dettagliata informativa di reato, il PM titolare dell’indagine depositava una richiesta di misura cautelare in carcere a carico dell’uomo che veniva concessa dal GIP del tribunale di Viterbo nella giornata di ieri. Il Questore Suraci dichiara “La Squadra Mobile, brillantemente coordinata dalla Procura della Repubblica di Viterbo, ha sapientemente applicato la normativa prevista per questo tipo di reati concludendo con successo l’operazione di Polizia Giudiziaria”.  ]]> “Aquesianità” nel volume “Un Fiore per la Libertà. I Pugnaloni per la festa della Madonna del Fiore” /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34972 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 08:28:37 Sabato 7 maggio alle 17 nella Biblioteca comunale di Acquapendente sarà presentato il volume “Un Fiore per la Libertà. I Pugnaloni per la festa della Madonna del Fiore di Acquapendente” a cura di Marcello Rossi, con testi di Laura Andreani, Renzo Chiovelli, Gianluca Forti, Cesare Goretti, Marcello Rossi, Eda Strappafelci. Nel libro sono riportate le ultime ricerche storiche e documentarie arricchite da nuove immagini sui Pugnaloni, gli splendidi quadri floreali che ogni anno rifioriscono per la gioia degli aquesiani e dei tanti turisti che accorrono ad Acquapendente la terza domenica di maggio attratti dalla bellezza di quei pannelli con disegni ricoperti di fiori e foglie. Il testo del libro è preceduto da una premessa di Marcello Rossi e dalla presentazione del Sindaco Alberto Bambini e dell’Assessore alla Cultura Anna Belardi. La presentazione del volume rientra tra le iniziative promosse per l’850° anniversario del miracolo della Madonna del Fiore grazie al quale il popolo aquesiano il 15 maggio 1166 riacquistò la libertà perduta ad opera degli oppressori emissari di Federico Barbarossa e acquisì il titolo di Libero Comune. (a. s.)]]> Maria Serena Di Risio nuova Delegata Giovani Coldiretti Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=34971 www.occhioviterbese.it 2016-05-03 08:20:30 Nemmeno il tempo di festeggiare che è già stata chiamata al debutto ufficiale, con una prova da brividi. La trentenne Maria Serena Di Risio, da pochi giorni nuova delegata di Giovani Impresa della Coldiretti Viterbo, interverrà in qualità di relatrice al Forum nazionale dell’Agroalimentare promosso dal Pd in programma sabato 7 maggio a Bologna. Interverrà anche il ministro dell’agricoltura Maurizio Martina che terrà le conclusioni. Maria Serena è imprenditrice agricola a Fabrica di Roma e dal 2010, insieme alla sorella Susanna, guida l’azienda di famiglia, specializzata nella produzione, trasformazione e vendita diretta di olio extravergine di oliva, nocciole, farine e confetture biologiche. Nel 2012 ha vinto il premio Oscar Green, dedicato dalla Coldiretti ai giovani imprenditori che fanno innovazione in agricoltura. È presente con le produzioni aziendali in due mercati e inoltre gestisce una Bottega di Campagna Amica a Roma. “Metterò la mia esperienza al servizio dei giovani colleghi perché anch’essi – annuncia Di Risio – vogliano sviluppare l’aspetto commerciale per valorizzare le proprie produzioni di qualità ed incrementare, attraverso la vendita e la distribuzione diretta, i livelli di remunerazione ed i margini di reddito aziendale. La sfida, oggi, è quella di affiancare alle attività produttive un’efficace e capillare rete di commercializzazione. Le aziende della moderna agricoltura debbono fare un salto di qualità per riappropriarsi di margini di profitto finora delegati ad altri soggetti esterni alla filiera agroalimentare”. A Maria Serena sono arrivati gli auguri e le felicitazioni del presidente e del direttore provinciale della Coldiretti di Viterbo, Mauro Pacifici e Alberto Frau.]]>