it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese Viterbo - Venerdì riunione tecnica con i dirigenti arbitrali del Lazio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26873 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:46:21 Un’importante riunione tecnica si svolgerà venerdì 21 novembre 2014, alle  ore 19, presso la sede della sezione di Viterbo dell’associazione italiana arbitri, in via San Pietro 72. Vi parteciperanno i massimi esponenti dell’Aia del Lazio: il presidente del comitato regionale arbitri Luca Palanca accompagnato dal vice presidente Riccardo Tozzi, il responsabile degli osservatori arbitrali Roberto Bellosono, il coordinatore degli organi tecnici sezionali Antonio Di Blasio, il responsabile degli arbitri di prima categoria Gennaro Palazzino e quello degli arbitri di seconda categoria Marco Alessandroni, il responsabile degli assistenti arbitrali Marco Sacco e quello del calcio a 5 Francesco Massini. Ad accoglierli e a fare gli onori di casa ci saranno il consigliere nazionale dell’Aia Umberto Carbonari e il presidente della sezione di Viterbo Luigi Gasbarri.   “Siamo felici di questa visita – dichiara Gasbarri – sono convinto che Luca e i suoi collaboratori sapranno lavorare bene e daranno ulteriore impulso all’attività delle sezioni arbitri del Lazio”.   Luca Palanca, classe 1970, ha alle spalle una lunga carriera di arbitro, con 40 gare di Serie A e 98 di Serie B. E’ stato in organico della commissione arbitri nazionale A-B dalla stagione 2001-2002 al 2007-2008, ricevendo il Premio “Giorgio Bernardi” quale miglior debuttante in serie A nella stagione 2002-2003. È stato vice commissario alla commissione arbitri interregionale (2009-2010) e per tre stagioni vice commissario in commissione arbitri di serie D (2010-2013). La scorsa stagione sportiva all’interno del Settore Tecnico era Mentor per il progetto UEFA.   Aia, associazione italiana arbitri, sezione di Viterbo]]> Agrinsieme Viterbo partecipa alla prima conferenza nazionale di Agrinsieme #campoliberofinoinfondo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26872 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:45:05 Agrinsieme Viterbo (Confagricoltura, CIA e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari) ha partecipato ieri 18 novembre alla prima conferenza nazionale all’Auditorium della Conciliazione a Roma. I presidenti ed i direttori della coalizione provinciale di Agrinsieme hanno guidato una folta delegazione di imprenditori viterbesi alla conferenza #campoliberofinoinfondo. Parole d’ordine della giornata semplificazione, aggregazioni, riduzione cuneo fiscale e internazionalizzazione, più agricoltura per fermare il dissesto idrogeologico ed il consumo del suolo, in un confronto con i ministri Poletti, Martina, Galletti, Lorenzin ed il vice ministro Calenda. Liberarsi in primo luogo dai “falsi miti” che connotano una immagine del comparto agricolo, oscurando altri pezzi di verità che si preferisce non mettere in luce. E poi superare oneri e costi della burocrazia, eliminare le strutture intermedie, aumentare la dimensione economica delle imprese, creare una agenzia per l’internazionalizzazione dell’agroalimentare. Misure che hanno tutte un unico comune denominatore: liberare risorse utili per dare linfa alle imprese attraverso investimenti finalizzati alla crescita e allo sviluppo del comparto. È questa la strada che le organizzazioni riunite in Agrinsieme (Confagricoltura, Cia e Alleanza delle cooperative Agroalimentari) hanno illustrato ieri all’Auditorium della Conciliazione di Roma nel corso di un confronto con cinque esponenti del governo: il Ministro delle Politiche del Lavoro Giuliano Poletti, delle Politiche Agricole Maurizio Martina, della Salute Beatrice Lorenzin, dell’Ambiente Gianluca Galletti e con il vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Nonostante le esportazioni agroalimentari italiane abbiano registrato una crescita negli ultimi 10 anni, la quota di mercato detenuta dall’Italia a livello mondiale è diminuita dal 3,3% al 2,6%. E se gli scambi commerciali a livello internazionale dei prodotti agroalimentari sono triplicati, paesi come Cina e Brasile sono cresciuti a ritmi molto più veloci del nostro. Per fortuna la domanda alimentare all’estero è in continua crescita. Se da un lato ci sono buone potenzialità di sviluppo tutte da cogliere, dall’altro le inefficienza di sistema sono altrettanto numerose e radicate. Ecco perché se davvero si vuole posizionare l’agroalimentare al centro del sistema economico e sociale, non è sufficiente secondo Agrinsieme dare attuazione soltanto ad interventi specifici del settore. Alcuni esempi: in Italia il costo dell’autotrasporto è in media di 1,59 € a chilometro, in Germania 1,35 € e in Francia 1,32. Il costo dell’energia elettrica per uso industriale in Italia è superiore del 30% rispetto alla media europea. Notevoli anche i costi e i ritardi dovuti alla burocrazia: emblematico il numero dei giorni necessari per esportare via nave, che vanno dagli 8 del Regno Unito ai 9 della Germania, ai 10 di Francia e Spagna, per finire con i 19 giorni necessari per l’Italia. Necessario inoltre che vengano realizzati interventi, radicali e coraggiosi, nell’ambito del settore pubblico. C’è una complessità di soggetti che a vario titolo sono impegnati nel supporto al sistema agricolo e agroalimentare: il Ministero delle politiche agricole, le Regioni, gli altri Ministeri, insieme ad una serie di strutture intermedie, ossia di soggetti che  un tempo svolgevano una funzione pubblicistica, ma che oggi appaiono superate e rappresentano spesso solo un onere in termini di costi sulle aziende e di appesantimento burocratico, facendo perdere ancora una volta competitività ed opportunità di mercato alle imprese agroalimentari. Altrettanto necessari appaiono poi gli interventi sul mercato del lavoro, cominciando dallo snellimento degli adempimenti amministrativi per la gestione dei rapporti di lavoro stagionali e di breve durata. Infine, c’è la strada maestra delle aggregazioni, che è uno dei pilastri su cui fonda il cambio di rotta tracciato da Agrinsieme. Le imprese che operano nel comparto alimentare sono troppo piccole. La superficie media delle imprese agricole italiane non supera gli 8 ettari ed è tre volte inferiore a quella della Spagna (24 ettari) e molto di sotto a quella di Francia (54) e Germania (56). Anche questo costituisce un forte limite nel momento in cui proprio alla dimensione aziendale sono correlate una serie di elementi centrali per la competitività delle imprese, in primis le capacità finanziarie e di investimento e la possibilità di rispondere ai volumi richieste da grandi piattaforme logistiche e distributive. Il tessuto produttivo dell’agroalimentare italiano è troppo frammentato ed è per questo che Agrinsieme punta su un’agricoltura che opera in logiche di aggregazione e di filiera, sia consolidate sia nuove. E’ su tali basi che anche in provincia di Viterbo la coalizione di Agrinsieme mostra numeri di tutto rispetto: 31 milioni di euro il valore delle domande uniche pagate per il 2013, pari al 57% dell’intera provincia, mentre risultano dichiarate 203.203 giornate di manodopera delegate pari al 63% dell’intera provincia sempre per l'anno 2013 (Dati INPS). Alcuni recenti dati elaborati dalla Commissione europea hanno dimostrato che nei Paesi in cui è maggiore la quota di mercato detenuta dalle cooperative agroalimentari, maggiore è anche il livello dei redditi degli agricoltori. In questo contesto, in Italia la cooperazione agroalimentare svolge un ruolo di primissimo piano con quasi 6.000 realtà, 35 miliardi di euro di fatturato e quasi 100.000 occupati, veicolando circa il 38% della produzione agricola nazionale.  ]]> Valentano si affaccia in India /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26871 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:42:38 L’ambasciatore indiano in Italia Shri Basant K. Gupta incontra l’imprenditoria valentanese per portare in India la creatività made in Italy Si è svolto ieri, 18 novembre, a Valentano, l’incontro tra l’ambasciatore indiano per l’Italia Shri Basant K. Gupta e i manager fondatori di Di.Mar. Group, azienda con sede a Valentano, leader in Italia per la pelletteria delle grandi firme internazionali. La visita dell’ambasciatore ha confermato lo startup di un progetto che vedrà la Di.Mar. sbarcare sul mercato indiano con una propria linea di produzione. Dopo aver prodotto infatti a lungo per le più grandi griffe italiane ed estere, e continuando ancora oggi a farlo con successo, la Di.Mar. ha deciso di cogliere una grande sfida: quella di creare una propria linea di borse in pelle da presentare sul mercato indiano, che da sempre è fortemente attratto dal made in Italy. A tal fine la Di.Mar. ha creato uno specifico “style department” nel quale gli stilisti daranno vita alla nuova collezione che sarà realizzata, come spiegano i soci fondatori della Di.Mar. Angelo Cionco e Fabio Martinelli, attraverso l’uso di tecnologie avanzate e materiali innovativi. L’incontro si è svolto presso gli stabilimenti Di.Mar. di Valentano sotto l’egida della stessa amministrazione comunale, con la partecipazione del Sindaco Franco Pacchiarelli, del Vice Sindaco Leonardo Ricci e dell’assessore Carlo Alfonso Fioroni. Durante il meeting, il Sindaco si è detto profondamente convinto dei rapidi sviluppi che la partnership India – Italia potrà avere attraverso la creatività e l’imprenditoria valentanese. La visita agli stabilimenti ha entusiasmato la stessa moglie dell’ambasciatore, che si è detta affascinata dalle proposte creative della casa. Le novità non finiscono qui: in progetto c’è anche la creazione di un’Accademia della Pelletteria con doppia sede: in India, per insegnare ai giovani artigiani indiani l’arte dei mastri pellettieri valentanesi, e a Valentano, dove il Comune ha già messo a disposizione i locali della vecchia scuola media. Durante l’incontro l’ambasciatore e la moglie hanno avuto modo di apprezzare non solo la bellezza della Tuscia e del lago di Bolsena ma anche le sue peculiarità gastronomiche. L’ambizioso progetto è nato nei mesi scorsi durante un viaggio in India che i manager della Di.Mar. hanno compiuto per sondare le potenzialità di questo grande mercato. Ora che il progetto è ormai in fieri, e visti i tempi duri che l’industria italiana sta vivendo, non resta che augurare a Valentano e ai suoi imprenditori un luminoso futuro.]]> Presentazione nuovo numero biblioteca e società /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26870 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:41:20 VITERBO – Dall'arte alla psicologia. Dall'archeologia alla storia passando per la  filosofia. Contributi aumentati e veste grafica migliorata nel nuovo numero di Biblioteca e società, la rivista del Consorzio delle biblioteche diretta da Andrea Alessi che sarà presentato domani alle 11 nella sala conferenze Cardarelli, viale Trento 18e.Numero che segue il lancio del primo di diversi mesi con quattro degli 11 saggi dedicati alla città: indagini architettoniche, storiche e di alcuni personaggi che le diedero lustro.“C'è stato molto lavoro da fare e tanti contributi da visionare – dice Alessi – il livello scientifico è di valore ed il campo di indagine spazia in molte direzioni per dare un'offerta ed un' informazione differenziata e, per quanto possibile, completa che non si concentri solo sul territorio ma che si apra altrove. Il nostro obiettivo è q uello di diventare un punto di riferimento non solo per la provincia”. Tra i contributi spicca quello dedicato al recupero del complesso bibliotecario di piazza Verdi, la biblioteca degli Ardenti che, nell'intenzione del commissario straordinario Paolo Pelliccia, potrà essere il fiore all'occhiello della città.]]> Diabete pediatrico, mettere in scena la vita di ogni giorno per imparare a curarsi meglio /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26869 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:39:29 Lunedì 24 si terrà un incontro tra ragazzi con diabete, parenti e team del centro Diabetologico nel quale si sperimenterà la tecnica di comunicazione della Theatrical based medicine   Si chiama Theatrical based medicine (TBM) ed è una metodologia di comunicazione che, attraverso le tecniche teatrali, si rivolge ai ragazzi con diabete e alle loro famiglie al fine di favorire una migliore qualità della vita e una maggiore autonomia anche nel sapersi curare.   Attraverso il progetto Team Role, la Tbm approda a Viterbo lunedì 24 novembre, in un incontro che si svolgerà presso il Balletti Park Hotel di San Martino al Cimino a partire dalle ore 9,30, con la partecipazione del team del Centro diabetologico della Asl di Viterbo.   I responsabili scientifici della giornata sono Claudia Arnaldi, responsabile dell’unità operativa di Diabetologia pediatrica, e Renato Giordano, della Diabetologia e Dietologia dell’ospedale Santo Spirito di Roma, oltre che ideatore della Tbm, attore e regista affermato a livello nazionale.   “Da un’esperienza acquisita sul campo - spiega Claudia Arnaldi – abbiamo ormai la certezza che la Theatrical based medicine aiuta a rinforzare le conoscenze scientifiche e permette di affinare metodi e strumenti per una più efficace comunicazione medico paziente e paziente medico. Il lavoro svolto dai partecipanti e dal tema diabetologico richiede la partecipazione attiva: un nuovo atteggiamento mentale con attenzione alla tecnica sia corporea sia interpretativa”.   Nell’incontro di lunedì, infatti, i partecipanti lavoreranno sul rapporto con lo spazio, sulla mimica, sulla gestualità, sulla postura per la parte di comunicazione non verbale, mentre per la comunicazione paraverbale sulla voce, sul timbro, sul volume, sulle pause e sui silenzi.   “Il titolo della giornata ‘Team role’ – conclude Arnaldi - sintetizza ciò che faremo nelle esercitazioni pratiche: rappresentare, ricreare la realtà e i ruoli dei pazienti, del medico dei parenti, dell’infermiere o di altri componenti del team di lavoro, interpretando ovviamente un ruolo differente dal nostro”.   Ed ecco che il paziente interpreterà il medico, l’infermiere il paziente, il medico il parente e via dicendo.   Preceduta dalla spiegazione del metodo e delle modalità di esercitazione, questa esperienza permetterà di creare e interpretare corti teatrali di qualità attraverso un percorso che tenga conto della durata (meno di 15 minuti), della situazione (la trama), dei personaggi (l’analisi del carattere), della calibratura della scena e del finale.  ]]> Tarquinia e Montalto di Castro - Sabato e domenica manifestazione Telefono Azzurro e Remax /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26868 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:37:32 “Anche nei momento più bui per un bambino c’è la luce del telefono azzurro”. Con questo slogan, sabato 22 e domenica 23 novembre 2014, l’associazione Telefono Azzurro e l’agenzia immobiliare Remax Revolution di Tarquinia e Montalto di Castro scendono in piazza in difesa dei bambini con l’iniziativa delle Casette di Luce.   Infatti, questo fine settimana, in oltre mille piazze italiane sarà possibile trovare le “Casette di Luce” di Telefono Azzurro e contribuire, con una donazione minima di 9 euro, a finanziare le attività dell’associazione per potenziare i canali di ascolto aggiungendo nuovi strumenti di dialogo che i ragazzi normalmente usano tra di loro.   Le “Casette di Luce” del Telefono Azzurro saranno attive a Tarquinia, in piazza Cavour dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30, e a Montalto di Castro, presso gli uffici di Remax Revolution in piazzale San Sisto, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. ]]> Librimmaginari a Viterbo dal 19 Novembre all'8 Dicembre 2014 /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26867 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:35:21 Dal 19 Novembre all’8 Dicembre ritorna Librimmaginari, festival di promozione del libro illustrato organizzato da Arci Viterbo. La quarta edizione di Librimmaginari, dal titolo Avventure dello sguardo, presenta una serie di produzioni culturali che riflettono, da diverse prospettive, sul tema del viaggio. Il programma di mostre prevede una selezione di alcuni tra i più interessanti autori dell’illustrazione italiana e delle novità editoriali della narrativa per bambini e ragazzi  di qualità. Librimmaginari parte il 19 Novembre con una serie di anteprime letterarie e musicali nei circoli Arci del centro storico di Viterbo con Valerio Bindi del festival Crack, il collettivo Wu ming con l’Armata dei Sonnambuli e il musicista Trees of mint per un concerto all’improvviso. Il 29 Novembre al Padiglione Chiarini- Carletti, a La Quercia di Viterbo, si inaugurerà la doppia personale di Rita Petruccioli e Simone Rea, che presentano rispettivamente L’Orlando furioso e innamorato e L’uomo dei palloncini. Parte centrale del festival è un convegno promosso da Arci Nazionale sulle buone prassi di promozione della lettura in Italia e Francia. Partecipano, tra gli altri, Giovanni Solimine, presidente del Forum per il Libro e per la lettura e autore del libro Senza sapere, il costo dell’ignoranza in Italia. Dal 3 all’8 Dicembre Librimmaginari presenta, inoltre, una serie di letture e presentazioni di libri per bambini e ragazzi. Avventure dello sguardo è un'indagine sul paesaggio che cambia sotto i nostri occhi e, contemporaneamente, sul nostro sguardo che cambia attraverso il tempo e l'esperienza. Un percorso di iniziative letterarie e artistiche che si articola in diversi spazi della provincia di Viterbo ospitando narrazioni immaginifiche, viaggi da fermo, circumnavigazioni della memoria. Il festival, promosso da Arci Viterbo e Arci nazionale, è totalmente autofinanziato e curato da Marco Trulli e Marcella Brancaforte.   ARCI VITERBO]]> Alessandro Gassmann annulla la tournée dello spettacolo Riccardo III prevista per l'anno 2014, pertanto l'appuntamento programmato per il 30 novembre al teatro Lea Padovani è annullato /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26866 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:34:01 L'amministrazione comunale prende atto della comunicazione con cui ATCL informa che lo spettacolo Riccardo III di W.Shakespeare, della regia e interpretazione di Alessandro Gassman, è stato annullato a causa indisposizione dell'artista alla tournée 2014. Conseguentemente è annullato anche l'appuntamento previsto per il 30 novembre al teatro Lea Padovani.                   «Siamo dispiaciuti per l’inconveniente occorso - dichiara ATCL - per cause a noi del tutto estranee e che noi stessi e tutti gli altri teatri italiani subiamo come danno».                   L'amministrazione in accordo con ATCL si è attivata per sostituire lo spettacolo nel breve tempo a disposizione con una produzione di eccellenza e di grande successo che quest'anno è in distribuzione con il Teatro di Roma: Prima del silenzio di Giuseppe Patroni Griffi, con Leo Gullotta, regia di Fabio Grossi. L'appuntamento è per il 13 gennaio 2015 ore 21 presso il teatro Lea Padovani.  ]]> Ronciglione – Premio Nazionale Ettore Petrolini: premiati grandi nomi del teatro, della musica e dello spettacolo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26865 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:32:57 “Ronciglione è fiera di ospitare una manifestazione che porta il nome del grande Ettore Petrolini ed io in prima persona ho voluto fortemente che il Premio Petrolini fosse riproposto quest’anno come Premio Nazionale – afferma il sindaco Alessandro Giovagnoli. “Come ogni anno il Premio Petrolini, grazie all’Associazione Culturale Premio Ettore Petrolini di Ronciglione, dà lustro alla nostra Città, coinvolgendo grandi nomi del mondo del teatro e dello spettacolo. Quest’anno poi, abbiamo l’onore di avere come madrina della manifestazione Anna Fendi, la quale ha riproposto, dopo un’interruzione di due anni, un altro prestigioso premio per Ronciglione, il Balcone in Fiore, che si svolgerà sempre il 22 e al quale verrà dato spazio durante la serata dedicata a Petrolini”.       Sta per culminare il Progetto “Ronciglione, Città Petroliniana”, con l’evento principe di questa kermesse del teatro dedicata al prestigioso attore e drammaturgo Ettore Petrolini. Sabato 22 novembre, alle ore 18.00, presso il teatro comunale che porta il nome dell’attore, il Comune di Ronciglione, l'Associazione Culturale Premio Ettore Petrolini e l'Istituzione Progetto Teatro di Ronciglione, con il patrocinio della Regione Lazio, presenteranno il “Primo Premio Nazionale Ettore Petrolini di Ronciglione”, una manifestazione che dà lustro alla Città e che quest’anno, per la prima volta, ha portata nazionale. Una serata dedicata alla consegna di importanti riconoscimenti a personaggi illustri del mondo del teatro, della musica e dello spettacolo che si sono distinti sulla scena nazionale: a ricevere il Premio intitolato a Petrolini – realizzato per l’occasione dall’artista ronciglionese Stefano Cianti - saranno Anna Maria Calò, il Maestro Carlo Merlo, Enrico Vaime, Elena Bonelli, il Maestro Fernando De Santis e il Maestro Ugo Gregoretti. Protagoniste della premiazione saranno anche le scuole del territorio, coinvolte attivamente dall’Associazione Culturale Premio Ettore Petrolini, sulla volontà del Presidente Franco Petrolini, in un concorso in memoria di Ettore Petrolini. L’Istituto Comprensivo M. Virgili, il Liceo A. Meucci di Ronciglione ed il Liceo Colasanti di Civita Castellana si sono sfidati a “suon di versetti”con esercitazioni scolastiche sui celebri “versetti maltusiani”, con cui Petrolini si dilettava a fare satira. Verranno premiati, per ogni Istituto Scolastico, i due migliori componimenti, che verranno recitati sul palco e ai quali verrà assegnato un riconoscimento. Si decreterà anche il vincitore di questa edizione di “Bravo Grazie Show”, che sabato 15 novembre ha visto cinque attori emergenti omaggiare il grande Ettore Petrolini con le loro performance comiche di qualità. La madrina d’eccezione dell’evento sarà Anna Fendi, la prestigiosa stilista ormai ronciglionese d’adozione, da sempre sostenitrice delle manifestazioni culturali che interessano il territorio. La Fendi – alla quale verrà consegnato un riconoscimento speciale - parteciperà al Premio Nazionale in doppia veste, da madrina della manifestazione e da ideatrice del “Premio Balcone in Fiore”, evento che dal 2000 impreziosisce, nel vero senso del termine, la Città di Ronciglione e al quale verrà dedicato uno spazio particolare durante la serata. Presidente dell’edizione 2014 del Premio Balcone in Fiore è Ugo Gregoretti, anche tra i premiati petroliniani.]]> Volley B1M, Ceramica Globo Civita Castellana: primo bilancio positivo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=26864 www.occhioviterbese.it 2014-11-20 20:30:25 I rossoblù di mister Alessandro Spanakis al comando della classifica con tre vittorie nette ed un 3-1.   Imbattuta in casa e temibile anche in trasferta. A quattro giornate dall’inizio del campionato di B1M girone C, la Ceramica Globo Civita Castellana si conferma in vetta alla classifica con 12 punti, frutto di tre vittorie nette e di un 3-1 che i rossoblù di Alessandro Spanakis hanno saputo abilmente conquistare con determinazione ed impegno.   Un bilancio quindi più che positivo quello tracciato dalla Junior Volley Civita Castellana. La società rossoblù si ritiene soddisfatta ed orgogliosa della squadra e di tutto lo staff tecnico. “Si è instaurato un buon feeling tra i ragazzi, la società, l’allenatore e tutto lo staff tecnico. Questo ha influito in maniera determinate sui risultati raggiunti in questa prima fase – ha affermato il vicepresidente Giuseppe Manca – merito ovviamente, oltre che della squadra e dello staff tecnico, anche della società, che quest’anno è riuscita ad amalgamare un buon gruppo e a creare un affiatamento e uno spirito di squadra che consentono di far bene in campo.   Parole di soddisfazione anche dal ds Francesco Santini: “Siamo soddisfatti di come tutto il gruppo ha affrontato queste prime quattro giornate, frutto di lavoro, serietà ed impegno che i ragazzi e lo staff tecnico dimostrano in palestra. Sicuramente affronteremo in futuro anche delle difficoltà, e spero che il gruppo saprà fronteggiarle nel migliore dei modi. Per adesso, in questa settimana di pausa, ci godiamo il primato in classifica, in attesa del match casalingo di sabato 29 novembre contro Gela”.]]>