it Feed RSS di OcchioViterbese http://www.occhioviterbese.it Occhioviterbese Gli scacchi conquistano le scuole! /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33927 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 15:49:36 La Scuola Scacchistica Viterbese amplia i propri orizzonti. Nell'anno 2015|2016 ha diffuso grazie agli istruttori Paradisi Micaela, Massetti Gianfranco, Marini Massimiliano e Riccardo questo magnifico gioco in molte scuole della provincia di Viterbo: I.C Marconi di Vetralla, con circa 80 allievi! Sempre a Vetralla l' istituto medie A. Scriattoli . A Montefiascone all' I.C. Molinaro grande successo con oltre 30 allievi, dove abbiamo introdotto un interessante novità, l'interdisciplinarietà, ovvero la relazione degli scacchi con la matematica, la storia, geografia e l'arte. Vignanello con 30 ragazzi alla scuola media Falcone Borsellino . A Viterbo hanno aderito: la scuola elementare Concetti - campioni provinciali studenteschi. Le scuole medie Fantappiè , Vanni , I.C. Carmine , Egidi . Ricordiamo che le iscrizioni nelle scuole sono aperte tutto l'anno. Nel liceo Scientifico Ruffini abbiamo tenuto con grande successo una conferenza sulla storia e le tecniche del gioco. Di tutto questo dobbiamo ringraziare la sensibilità dei presidi e degli insegnanti che hanno creduto in noi istruttori, e sopratutto nei benefici di questo gioco! La Scuola Scacchistica Viterbese non si è dedicata solo alle scuole, ma si è messa alla prova con nuove esperienze collaborando con il CONI tramite manifestazioni sportive come Educamp ed Eroica. Inoltre, finanziato dalla Fondazione Carivit abbiamo svolto un corso per i detenuti del carcere Mammagialla , che ci ha arricchito umanamente! Una nuova esperienza è stata quella di tenere un convegno sulla storia e l'origine del gioco al Caffè Letterario di Viterbo. Per chi ha voglia di conoscere il mondo degli scacchi, la nostra scuola ha sede in via Asiago n°1 a Viterbo. I nostri contatti: Micaela 3476568346, Gianfranco 331090398 Massimiliano 3489897080.]]> GeCoWEB: la piattaforma on line che facilita la partecipazione ai bandi regionali ed europei /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33926 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 15:47:10 Merlani: “Una importante innovazione perché consente alle nostre piccole e medie imprese di ridurre quelle difficoltà che spesso rappresentano un limite per accedere alle opportunità regionali”.È stato presentato questa mattina, nella sala conferenza della Camera di Commercio Viterbo, GeCoWEB il nuovo sistema digitale che semplifica l’accesso ai contributi europei e regionali per imprese, cittadini ed enti pubblici e di ricerca, realizzato da Regione Lazio e Lazio Innova. Alla presentazione, moderata da Roberto Litta, responsabile Orientamento di Lazio Innova, sono intervenuti Stefano Fantacone, presidente di Lazio Innova, e Fabio Panci, responsabile Gestione Aiuti Lazio Innova. “Siamo onorati che la Regione Lazio e Lazio Innova – ha detto il presidente della Camera di Commercio Viterbo Domenico Merlani - nel tour di presentazione di GeCoWEB nei territori abbiano scelto a Viterbo la Camera di Commercio. Una scelta che da una parte tiene conto della nostra capacità di essere interlocutore privilegiato per le imprese. Ma al tempo stesso di essere una realtà virtuosa, così come tutto il sistema camerale, in fatto di semplificazione amministrativa e servizi innovativi come il Registro Imprese on line, che consente di avere informazioni in tempo reale sulle imprese e visure in lingue inglese. O di svolgere tutte le pratiche per via telematica per l’iscrizione e cancellazione delle imprese o il deposito dei bilanci. C’è poi il servizio Cert’O, per effettuare on line i certificati di origine delle aziende che esportano. Così come forniamo gratuitamente alle imprese una piattaforma on line per la fatturazione elettronica. Mentre per i Comuni gestiamo in delega e in convenzione i SUAP, ovvero gli Sportelli Unici per le Attività Produttive, sempre tutto on line. Infine, dal 2015 abbiamo attivato uno Sportello per promuovere la digitalizzazione delle imprese che sta proponendo incontri di orientamento, seminari informativi e corsi di formazione. Questo è ciò di cui le imprese oggi hanno bisogno: semplificazione, tempestività, accesso diretto ai servizi in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Per questo sono particolarmente contento che la Regione Lazio abbia messo a punto GeCoWEB, perché consente alle nostre piccole e medie imprese di ridurre quelle difficoltà che spesso rappresentano un limite per accedere alle opportunità regionali”. Grazie a GeCoWEB l’intera procedura di partecipazione e gestione dei bandi passa sul web e questo consente di seguire dal proprio PC lo stato di avanzamento delle domande presentate: dalla compilazione della domanda alla verifica automatica dei dati relativi al richiedente rispetto ai requisiti previsti dal bando, dall’invio per posta elettronica certificata della domanda fino alla rendicontazione, sempre on line. Inoltre il sistema dialoga con alcune banche dati di Enti pubblici come i sistemi informativi di Infocamere, e quindi dal sistema camerale, e a breve con quelli di Inail e Inps. Si accede a GeCoWEB dalla pagina web https://gecoweb.lazioinnova.it/ in base alle seguenti caratteristiche: le imprese che possiedono già un token (CNS – Carta Nazionale dei Servizi) possono accedere direttamente al sistema e ottenere il proprio Codice Unico Identificativo (CUI);le imprese che non sono in possesso di una CNS devono registrarsi sul portale www.impresa.gov.it, seguendo la procedura guidata e facendo riferimento al servizio di assistenza dedicato nel caso di anomalie in fase di registrazione. Le imprese dovranno inoltre rivolgersi alla propria Camera di Commercio competente per ottenere il token (CNS). La registrazione su www.impresa.gov.it può essere completata anche in assenza del token (CNS) del quale le imprese dovranno comunque essere in possesso per poter accedere a GeCoWEB;i privati e gli enti pubblici e di ricerca non hanno bisogno del token ma con una semplice registrazione su GeCoWEB riceveranno il CUI per accedere al sistema.]]> Il presidente Mazzola: la provincia di Viterbo è attualmente impegnata nell’adottare misure tese al contenimento della spesa pubblica /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33925 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 15:22:11 Abbiamo richiesto a tutti i dirigenti dell’ente di effettuare una specifica ed analitica ricognizione delle attuali dotazioni strumentali, delle autovetture di servizio e dei beni immobili.Negli ultimi mesi, decine di dipendenti hanno richiesto di essere collocati a riposo. Tutto ciò ha determinato la disponibilità di arredi e dotazioni informatiche che potranno essere opportunamente riutilizzati in quei settori che ne facessero richiesta. Serve un piano di razionalizzazione delle spese e di programmazione per il triennio 2016-2018. Si intende procedere attraverso interventi precisi e puntuali, al fine di una migliore razionalizzazione anche dei beni immobili, per i quali l’ente attualmente sostiene la spesa più onerosa. Nel breve periodo si conta di accorpare in un’unica sede tutti gli uffici dislocati sul territorio. La razionalizzazione degli spazi vedrà conseguentemente il pieno utilizzo di edifici di proprietà dell’ente e la messa a reddito di quelli attualmente non utilizzati. Un’azione politica mirata a ridurre e contenere i costi, deve essere uno dei principi cardine ed una priorità. Sin dall’inizio della mia attività politica ed amministrativa ho creduto e continuo a credere che si possa fare bene, risparmiando.]]> Giancarlo Turchetti (UIL), cassa integrazione: nel 2015 oltre 670 milioni di ore /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33924 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 15:13:47 “Il 2015 ci consegna oltre 677 milioni di ore di cassa integrazione richieste dalle aziende (con un calo del 35,5% rispetto al 2014) di cui la Cassa integrazione Straordinaria assorbe circa 400 milioni di ore (-29,2% rispetto all’anno precedente), la Cig Ordinaria 180,3 milioni di ore (- 28,1%) e la Cig in Deroga 97,5 milioni di ore (-58,9%)”. A dichiararlo è Giancarlo Turchetti, Segretario Generale della Uil Viterbo, in base all’elaborazione su dati INPS da parte del Servizio Politiche del Lavoro e della formazione della UIL.“Se tuttavia i dati INPS sulla cassa integrazione – prosegue Turchetti – non fossero condizionati dal fermo amministrativo per la cassa ordinaria e da quello normativo e finanziario (mancanza di risorse) per la cassa in deroga, non potremmo che tirare un sospiro di sollievo. Purtroppo, come dice la stessa INPS, da molti mesi i dati della Cig Ordinaria ‘non sono attendibili’ ed è quindi impossibile esprimere una valutazione credibile. Nel secondo semestre del 2015 in ben 125 casi c’è un anomalo ‘zero’ nella casella di molte province per la Cassa Ordinaria e la cosa si manifesta per 70 volte nelle caselle della Cassa in deroga”. Tra un anno e l’altro, solo nella Provincia Autonoma di Trento si registra un aumento di richieste (+1,7%), mentre in tutte le Regioni si assiste ad una diminuzione di ore autorizzate, con in testa la Campania (-54,6%). Solo in 9 Province si riscontra un incremento, con l’aumento più alto a Terni (+32,7%). Il dato diventa più preoccupante se si analizza la sola Cassa Straordinaria che vede 17 province in crescita rispetto al 2014. A livello regionale è la Lombardia che ha richiesto più ore di cassa integrazione (154 mln. di ore) seguita da Piemonte (80 mln.), Lazio (60 mln.) e Veneto (57 mln.). Sempre nel 2015 è Torino (con oltre 47 mln. ore),la provincia più cassaintegrata seguita da Roma (40 mln.), Milano (37 mln.) e Brescia (34 mln.). L’industria è il ramo di attività che nel 2015, con 486,6 milioni di ore, incide per il 71,8% sul totale delle ore richieste nell’anno; il commercio ha cumulato nell’anno 83 milioni di ore di cassa integrazione a cui segue l’edilizia con 76,9 milioni di ore e l’artigianato con 30 milioni di ore. In questi settori il calo è trascinato, in basso, dalla cassa in deroga, ormai fortemente ridotta per il de-finanziamento e per la ristrettezza della durata massima di questo strumento. “Sempre interessante – sottolinea Turchetti – è comprendere quanto ‘aiuta’ la cassa integrazione nel proteggere posti di lavoro. Nonostante i problemi amministrativi già descritti e il flebile segnale di ripresa economica, si può quantificare che sono state oltre 332.000 le unità di lavoro salvaguardate, in particolare dalla Cassa Straordinaria (195mila). Questo dato significa che le persone che nel 2015 hanno avuto la sfortuna di operare in aziende in difficoltà e che sono state collocate in cassa integrazione (per brevi o lunghi periodi), sono state circa 760.000”. “Questo dato – spiega il Segretario Confederale Uil, Guglielmo Loy – fa emergere anche come la crisi stia selezionando, nel bene e nel male, il nostro sistema produttivo. A fronte di imprese che stanno risalendo la china, ve ne sono moltissime che sono sull’orlo della crisi irreversibile. Ciò dovrebbe comportare una diversa politica economica, che non si vede all’orizzonte, sia in termini di scelte strategiche (individuazione degli asset su cui investire) sia per quanto riguarda politiche economiche favorenti la ripresa come il sostegno ai consumi e politiche fiscali adeguate a sostegno di salari e pensioni. Preoccupa, infine, ciò che potrebbe concretizzarsi nei prossimi mesi con l’entrata in vigore del Jobs Act in tema di ammortizzatori sociali. Infatti,nonostante l’allarme del sindacato, e di molti osservatori, la Nuova Cassa integrazione subirà forti limiti sia per la durata (massimo 24 mesi in 5 anni) sia per l’effetto indotto dall’alto costo che un azienda, peraltro in crisi, dovrà sopportare in termini economici (ticket di accesso). Tutto questo – conclude Guglielmo Loy – in quadro economico ancora incerto, potrebbe indurre molte imprese a rinunciare a combattere (ristrutturarsi per ripartire) e procedere per la strada, socialmente, grave, della riduzione parziale o totale del personale”.]]> Segnaliamo ancora un nuovo incidente su strada Ondina Valla, zona residenziale di Santa Barbara (Camposcuola) /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33923 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 15:09:53 Tratto di strada pericolosissimo, impossibilità di raggiungere a piedi o in bicicletta il campo scuola o la Teverina, senza essere falciati dalle macchine (spesso sfrecciano a forte velocità).In questo tratto di strada dopo il rettilineo da Via Campo Scolastico, l’illuminazione pubblica è inesistente fino a via Ondina Valla per un tratto di circa 400 metri in curva. Di notte il pericolo aumenta e di molto, erba e arbusti ai lati restringono di molto la strada, cedimento in alcuni punti del manto stradale con pericolo di andare fuori strada (come in questo caso è stato divelto anche lo specchio stradale). Si chiede da sempre un intervento a questa amministrazione, con segnaletica e dissuasori di velocità allo scopo di preservare l’incolumità dei residenti e di tutti i cittadini che vengono a fare sport in generale. Gruppo Quartiere Santa Barbara Viterbo Respons. Mirco Catalani]]> “Emmet Ray” Manouche Orchestra, spettacolo musicale al Boni di Acquapendente /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33922 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 11:29:16 Venerdì 12 febbraio alle 21 al teatro Boni di Acquapendente spettacolo musicale “Emmet Ray” Manouche Orchestra composta da nove dei principali esponenti romani dello stile del jazz melodico. “Emmet Ray”, personaggio immaginario interpretato da Sean Penn nel film “Accordi e Disaccordi” di Woody Allen (1999), rappresenta il musicista manouche per antonomasia, nottambulo e poetico, con la chitarra sempre in mano, una sigaretta o un bicchiere di whisky nell’altra ed una venerazione per Django Reinhardt, colui che inventò davvero lo stile manouche nella Parigi degli anni Trenta. Ed allora nel nome di Django i nove musicisti in grado di spaziare dai tradizionali standard del manouche fino alla musica più attuale hanno dato vita alla nuovissima orchestra con un grande progetto corale nato dalle esperienze dell’Hot Club Roma, dei Radical Gipsy e del Piji Elettroswing Projet. Ecco chi sono: Gian Piero Lo Piccolo, clarinetto; Augusto Creni, chitarra solista; Gianfranco Malorgio, chitarra ritmica; Renato Gattone, contrabbasso; Moreno Viglione, chitarra solista; Gabriele Giovannini, chitarra solista; Daniele Gai, chitarra ritmica; Giuseppe Civiletti, contrabbasso; Piji, voce.Lo spettacolo, nella serata dal titolo “Mi illumino di meno”, è stato inserito tra gli eventi speciali della Stagione Teatrale 2015 – 2016 al Boni. Biglietto di ingresso 10 euro l’intero, 8 euro il ridotto (la riduzione è prevista per gli under 24 e gli over 65). Informazioni e prenotazioni ai numeri telefonici 0763 733174, o 334 1615504.]]> “L’Arte del ‘600: Caravaggio, Bernini, Borromini”, quarto seminario dell’Associazione Next a Viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33921 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 11:26:34 Quarto imperdibile appuntamento con la Storia dell’Arte proposto sabato 13 febbraio dall’Associazione culturale Next di Antonella Properzi. Dalle ore 16 alle 18, presso la sede di Viterbo in via San Pietro 80, il professor Massimo Ingrosso terrà un interessante seminario sul tema: “L’Arte del ‘600: Caravaggio, Bernini, Borromini”. L’appuntamento è gratuito e aperto a tutti.Info: Antonella 347 9468960 - www.nextartivisive.it]]> Concorso letterario Casa Editrice Serena a viterbo /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33920 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 11:22:31 La casa editrice Serena di Viterbo indice il primo concorso letterario: “Il Mistero del Moai” in onore dell’unico Moai al mondo al di fuori dell’Isola di Pasqua, costruito dagli abitanti della stessa isola ed edificato sul territorio di Vitorchiano.Il concorso s’impernia sulle seguenti sezioni:1) romanzo edito indipendentemente dalla sua pubblicazione, purché non abbia mai conferito altri premi;2) qualsiasi altro genere di libro al di fuori del romanzo purché non abbia mai conferito altri premi;3) libro edito di poesie indipendente dalla sua pubblicazione purché non abbia mai conferito altri premi;4) silloge di poesie inedite (da tre a dieci con non più di 30 versi);5) racconti di massimo cinque cartelle incentrate sulla figura del Moai. Gli elaborati di ogni sezione vanno spediti con posta prioritaria, in un plico unico, pur se si partecipa a più sezioni al seguente indirizzo:Casa Editrice SerenaPiazzale Gramsci, 10 – 01100 VITERBOTel: 0761/223328info@casaeditriceserena.itSCADENZA: 30/03/2016 (farà fede il timbro postale) La giuria chiamata a valutare le opere sarà composta da cinque persone del mondo letterario, mentre così saranno divisi i premi:I° classificato € 300,00II° classificato € 200,00III° classificato € 100,00Inoltre, ai menzionati per merito, verrà donata una targa in ricordo dell’evento.Ma non finisce qui.Il 14 maggio 2016, a Vitorchiano (VT), si terrà la cena di gala durante la quale verranno consegnati i premi.Al I° classificato per ogni sezione sarà offerto il soggiorno (per due persone) relativo proprio alla serata della manifestazione, la cui location verrà indicata sul sito: www.casaeditriceserena.it. Per le sezioni 4 ed 5 pubblicheremo un’antologia con le opere più meritevoli e ad ogni partecipante verrà inviato come omaggio un libro pubblicato dalla Casa Editrice Serena. Per altre informazioni o eventuali chiarimenti, gli interessati possono scrivere alla nostra e-mail: info@casaeditriceserena.it.Ricordiamo che il concorso scade il prossimo 30 Marzo 2016 e che per consultare il bando completo basta andare sul nostro sito www.casaeditriceserena.it o contattarci allo: 0761/223328 - 389/9403188.]]> Arrestato un uomo a Ischia di Castro per ricettazione e detenzione di armi clandestine /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33919 www.occhioviterbese.it 2016-02-09 08:30:10 I Carabinieri della Stazione di Ischia di Castro hanno tratto in arresto ieri, un uomo 45nne già gravato da numerosi precedenti penali, in esecuzione di un ordinanza di carcerazione emesso dal Tribunale di Cagliari dovendo scontare una pena di quattro anni e otto mesi di reclusione.La vicenda scaturisce dalla commissione di reati di ricettazione e detenzione di armi clandestine commesse in provincia di Cagliari. Dopo le formalità di rito l’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Viterbo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.]]> Basket femminile A2: Girls Ancona - Defensor Viterbo 44 - 58 /occhioviterbese/index.php?option=com_content&task=view&id=33918 www.occhioviterbese.it 2016-02-08 14:29:45 Prosegue lo splendido girone di ritorno della Defensor che, sul parquet di Ancona, centra la quarta vittoria delle ultime cinque partite disputate e consolida il proprio piazzamento nei quartieri alti della classifica. La partita con le marchigiane si presentava piena di insidie alla vigilia, un po’ per il grande bisogno di punti delle padrone di casa, un po’ per le condizioni fisiche tutt’altro che perfette di alcune giocatrici che, dopo una settimana particolarmente tribolata, stringono i denti scendono ugualmente in campo. Ne scaturisce una prestazione di grande intensità della Defensor che, sin dalla palla a due, si porta avanti nel punteggio facendo affidamento sulla classe di Yordanova e su una Lorenza Spirito in versione superlusso. Ancona rimane vicina nel punteggio nel primo tempo grazie a Sordi e a qualche buona iniziativa di Takrou ma, ogni volta che le padrone di casa cercano di riavvicinarsi, vengono tenute lontane da canestri e giocate di grande solidità delle viterbesi. Nonostante qualche palla persa di troppo (18 alla fine) e alcune conclusioni semplici sbagliate per eccessiva superficialità, la squadra gialloblù amministra senza patemi il vantaggio nell’ultimo periodo, dominando la battaglia a rimbalzo e dimostrandosi più fredda del solito anche in lunetta, dove in qualche circostanza le percentuali non erano state esaltanti. Grazie a questo successo e ai risultati delle altre gare, la Defensor sale così al quinto posto in classifica a quota 20 punti, mantenendo i quattro punti di vantaggio su Civitanova Marche che attualmente occupa la nona posizione, l’unica che significa conclusione anticipata della stagione senza playoff né playout. La strada è però ancora molto lunga e, con otto partite da disputare, la corsa è sempre apertissima. Sabato prossimo le ragazze gialloblù torneranno sul parquet del PalaMalè per sfidare Ferrara, seconda forza del campionato con un bilancio di sole due sconfitte in diciotto partite disputate; uno scoglio durissimo che, tuttavia, la compagine viterbese potrà cercare di superare senza avere eccessiva pressione ma con la massima fiducia nelle proprie possibilità.Ancona: Mataloni 7 (3/10,0/4), De Chellis 7 (3/7), Pieraccini 4 (2/6,0/3), Dell’Olio ne, Sordi 13 (2/6,1/4), Gramaccioni 5 (2/6,0/1), Villa (0/1,0/1), Bolognini, Altavilla ne, Pettinari ne, Takrou 8 (4/10,0/6). All. Caboni Defensor: Orchi 4 (2/4,0/1), Filoni (0/1), Yordanova 15 (3/7,3/10), Riccobono 2 (1/4,0/2), Ciavarella 9 (3/9,0/1), Romagnoli 3 (1/3,0/2), Bassani ne, Flauret 7 (1/1), Porcu ne, Cutrupi (0/1), Ndiaye ne, Spirito 18 (6/10,1/2). All. Scaramuccia Arbitri: Gian Luigi Giancecchi e Nicolò Bertuccioli Note: Tiri liberi Ancona 9/11, Defensor 12/15. Rimbalzi Ancona 39 (De Chellis 14), Defensor 49 (Yordanova 12). Parziali 10’ (11-13), 20’ (24-31), 30’ (34-44). Uscita per 5 falli De Chellis (Ancona)]]>