banner3
  • Home |
  • Notizie Viterbo |
    notizie viterbo cronaca viterbo  
    news viterbo
    cronaca viterbo
    viterbo politica
    sport viterbo
    cronaca viterbese
    notizie viterbo
    notizie utili
    arte e cultura
    da non perdere
    lettere dai lettori
    curiosita a viterbo
    notizie viterbo
    cronaca viterbese
    news a viterbo
    news viterbo
    notizie viterbo
    sport a viterbo
    giornale viterbo
    notizie dal mondo
  • Rubriche |
    nuovo viterbo oggi rubriche viterbo
    occhiowall
    OcchioWall è il muro virtuale sul quale vengono affisse le locandine degli eventi in programma nelle discoteche, nei pub e nei vari locali della provincia di Viterbo. Concerti, gare sportive, sagre e quant'altro tra le locandine virtuali di OcchioWall
    Occhiowall
    news viterbo
    occhio al giardino
    notizie viterbo
    occhio al cuore
    viterbese
    occhiomusic
    santa rosa viterbo
    occhio al libro
    provincia di viterbo
    viterbo salute e farmacie
    tusciaweb
    cinema viterbo
    viterbo cinema
    ludika viterbo
    ludika
    tecnologia
    medioera
    oroscopo
    news viterbo
    ricette viterbesi
    ricette di viterbo
  • Servizi |
    Offerte lavoro Offerte Lavoro
    Cerco lavoro viterbo
    Offerte di Lavoro - Collegamento diretto con le ultime offerte di lavoro della Provincia di Viterbo provenienti da Enti pubblici, aziende private e collocamento mirato.
    offro lavoro
    news viterbo
    usato viterbo
    notizie viterbo
    orari autobus viterbo
    bus viterbo
    turni farmacie viterbo
    orari farmacie
    meteo viterbo
    tempo viterbo
    comuni di viterbo
    provincia di viterbo
    myocchio
    applicazioni occhioviterbese
    mobile viterbo
     mobile occhioviterbese
    rss viterbo
    rss occhioviterbese
    servizi web
  • Redazione |
    redazione
    contatti
    Staff - Lo Staff si divide in: Redazione, diretta da Augusto Simboli e formata da giornalisti, collaboratori esterni, fotografi e operatori video; e Ovit, responsabile del primo Ipermercato Virtuale di Viterbo, composta da tecnici informatici, grafici e promoters.
    redazione
    contatti
    occhioviterbese
    redazione viterbo
    notizie viterbo
    viterbo notizie
    lavora con noi
    news viterbo
    viterbo notizie
     
    giornale viterbo
     
    notizie viterbo
     
    viterbo giornale
     
    occhioviterbese
     
    news viterbo
     

Viterbo: Nella 'Giornata della memoria e dell'accoglienza' una commemorazione a Viterbo

Guarda tutti gli articoli di LETTERE DAI LETTORI
03-10-2018 12:10  
Nella

La mattina di mercoledi' 3 ottobre 2018 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" si e' svolto un incontro di riflessione e di testimonianza in occasione della "Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione" (istituita con legge n. 45 del 2016, e nota anche come "Giornata della memoria e dell'accoglienza").
La Giornata si svolge nell'anniversario del naufragio avvenuto il 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa, naufragio in cui morirono 368 esseri umani; come ricorda l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) da allora ad oggi risultano morte o disperse in mare altre 17.900 persone, persone le cui vite potevano tutte essere salvate.


*
L'incontro si e' aperto con un minuto di silenzio in ricordo di tutte le vittime.
E' stata poi data lettura di alcune pagine di Primo Levi, di Hannah Arendt, di Tzvetan Todorov, di Julia Kristeva e di Vandana Shiva.


*
Nel suo intervento il responsabile della struttura nonviolenta viterbese, Peppe Sini, ha proposto ancora una volta alcune tesi fondamentali: 1. che ogni essere umano ha diritto alla vita, alla dignita', alla solidarieta'; 2. che vi e' una sola umanita' in un unico mondo vivente casa comune dell'umanita' intera; 3. che il primo dovere di ogni essere umano, ed a maggior ragione di ogni umano istituto, e' salvare le vite; 4. che ogni politica che nega l'eguaglianza di diritti di tutti gli esseri umani e' in quanto tale disumana; 5. che dinanzi ai pericoli di irreversibile distruzione che minacciano l'intera umanita' e l'intera biosfera e' compito dell'umanita' riconoscersi nella sua unita' ed agire per la salvezza comune; 6. che fondamento della politica necessaria alla salvezza comune dell'umanita' e' la scelta della nonviolenza che ad ogni violenza si oppone; 7. che il principio morale che presiede all'agire necessario e' quello affermato da tutte le grandi tradizioni di pensiero dell'umanita': "agisci nei confronti delle altre persone cosi' come vorresti che le altre persone agissero verso di te"; 8. che le persone che fuggono da guerra e fame, da dittature e disastri ambientali, da condizioni di schiavitu' e di miseria, hanno il diritto di essere accolte e assistite; 9. che ogni essere umano ha diritto di spostarsi da un luogo all'altro del pianeta casa comune dell'umanita' per salvare e migliorare la propria vita; 10. che l'ecatombe del Mediterraneo, l'orrore dei lager libici, il mostruoso mercato di carne umana gestito dalle mafie dei trafficanti possono essere aboliti con la semplice, indispensabile decisione dei governi europei - ed in primis quello italiano - di riconoscere a tutti gli esseri umani la liberta' di movimento nella ricerca del bene comune; di riconoscere il diritto di asilo - sancito dalla legge di ogni paese civile - a tutte le persone costrette ad abbandonare il paese natio, la propria casa, la propria famiglia e le proprie amicizie per avere una vita realmente degna, una vita pienamente umana; 11. che la Costituzione della Repubblica italiana riconosce e protegge i diritti umani di tutti gli esseri umani: occorre quindi inverare la legge fondamentale del nostro paese; e per questo occorre contrastare ed abolire le criminali pratiche schiaviste e la criminale violenza razzista; occorre contrastare la delittuosa politica di omissione di soccorso e lo scellerato regime di segregazione e persecuzione che tragicamente l'attuale governo italiano dell'estrema destra razzista e golpista cerca di imporre nel nostro paese; 12. che sia di ogni persona - e quindi di ogni umana comunita' e di ogni civile istituto - il sentimento e il compito che Gandhi proponeva ad ogni essere umano e all'umanita' intera: sii tu il costruttore del bene comune che vorresti vedere nel mondo; sii tu l'umanita' come dovrebbe essere.


*
Da anni il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" e' impegnato a sostegno di due provvedimenti indispensabili per far cessare le stragi nel Mediterraneo e la schiavitu' in Italia: riconoscere a tutti gli esseri umani il diritto di giungere nel nostro paese in modo legale e sicuro; riconoscere il diritto di voto a tutte le persone che vivono nel nostro paese. In questi ultimi mesi e' impegnato altresi' nella denuncia della criminale politica del governo dell'estrema destra razzista e golpista, una politica scellerata che viola la Costituzione e il diritto internazionale, una politica scellerata che mira a imporre nel nostro paese un regime di anomia e di apartheid.


*
Le persone partecipanti all'incontro hanno condiviso l'invito a partecipare domenica 7 ottobre alla marcia Perugia-Assisi per la pace, il rispetto dei diritti umani di tutti gli esseri umani, la difesa della biosfera casa comune dell'umanita'.
Le persone partecipanti all'incontro hanno anche condiviso una lettera al Presidente della Repubblica e un appello all'impegno per contrastare il razzismo; lettera ed appello di cui di seguito si riproducono i testi integrali.


*
Lettera al Presidente della Repubblica
Oggetto: segnalazione di profili di flagrante incostituzionalita' di norme contenute nello schema di decreto approvato dal Consiglio dei Ministri il 24 settembre 2018 recante "Misure urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, etc." (cosiddetto "decreto sicurezza")
Egregio Presidente della Repubblica,


lo schema di decreto approvato dal Consiglio dei Ministri il 24 settembre 2018 recante "Misure urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, etc." (cosiddetto "decreto sicurezza"), attualmente sottoposto al suo esame, presenta evidenti profili di incostituzionalita' come segnalato da numerosi giuristi, operatori umanitari, rappresentanti delle istituzioni, autorevoli personalita' della vita civile e della riflessione morale.
Esso intende introdurre nell'ordinamento flagranti violazioni di fondamentali diritti, misure prefiguratrici di un regime di apartheid, palesi elementi di discriminazione e persecuzione razzista: tutto cio' e' semplicemente criminale e totalmente incompatibile con la Costituzione della Repubblica italiana, con lo stato di diritto, con la democrazia, con il rispetto dei diritti umani.
Siamo pertanto ad aggiungere la nostra voce a quella di tante altre persone nel chiederle di rigettare le parti palesemente incostituzionali, criminali, persecutorie e razziste di quello sciagurato provvedimento di un governo barbaro e folle che fin dal suo insediamento sta attuando una scellerata politica eversiva di flagrante violenza razzista.
*
Appello "Denunciamo i ministri criminali"
Chiediamo ancora una volta a tutte le persone di volonta' buona ed a tutte le associazioni democratiche di denunciare i ministri responsabili di gravissimi crimini.
Chiediamo di scrivere a tutte le Procure della Repubblica, a tutti i Presidenti dei Tribunali, a tutti i Questori ed a tutti i Prefetti, a tutti i Sindaci ed a tutti i Presidenti delle Province e delle Regioni, come ai Presidenti delle Camere ed al Presidente della Repubblica, affinche' i pubblici ufficiali che ne hanno il dovere d'ufficio, avendo ricevuto la "notitia criminis" relativa ai gravissimi reati commessi dai ministri criminali, promuovano la necessaria e obbligatoria azione penale nei loro confronti.
Infatti alcuni ministri del governo in carica da mesi stanno commettendo gravissimi reati:
- impediscono che siano accolti e soccorsi nei porti italiani i superstiti di naufragi, cosi' commettendo il reato di omissione di soccorso;
- diffamano, aggrediscono e sabotano soccorritori volontari che salvano vite umane nel Mediterraneo, cosi' ostacolando quei salvataggi ovvero favoreggiando de facto l'abbandono di naufraghi alla morte;
- operano al fine di impedire che le vittime superstiti dei lager libici possano trovare salvezza in Europa, adoperandosi affinche' esse non riescano a lasciare la Libia e siano riconsegnate di fatto ai loro aguzzini;
- propagandano stereotipi razzisti ed istigano al disprezzo e all'odio razzista e religioso;
- minacciano schedature razziste in palese violazione della Costituzione;
- fanno l'apologia di azioni ed espressioni razziste, cosi' favoreggiandole e di fatto istigando al razzismo;
- sminuiscono la gravita' di gravissimi fatti di violenza razzista, negando che di razzismo si tratti.
Questi ministri stanno commettendo reati gravissimi, e li stanno commettendo abusando delle loro pubbliche funzioni e violando la Costituzione della Repubblica italiana cui pure hanno giurato fedelta'.
E' dovere e diritto di ogni cittadino segnalare alle competenti magistrature questi reati chiedendo che si avvii la necessaria e doverosa azione penale che quei reati faccia cessare e condanni i ministri che li hanno commessi.
Ci verra' chiesto conto del nostro atteggiamento di fronte alla violenza razzista oggi dispiegata; ebbene, che ognuno di noi possa dire: non fui complice delle persecuzioni razziste, non fui complice dell'omissione di soccorso che condannava a morte innumerevoli innocenti, non fui complice del regime di segregazione e schiavismo che criminali poteri pretesero imporre nel nostro paese; non fui complice, mi opposi, mi adoperai in difesa dei diritti umani di tutti gli esseri umani, in difesa della Costituzione della Repubblica italiana, in difesa della democrazia, in difesa dello stato di diritto, in difesa della civilta', in difesa dell'umanita'.
Ad ogni persona rispettosa e sollecita della dignita' umana propria ed altrui chiediamo di impegnarsi per le dimissioni del governo delle persecuzioni razziste e dell'omissione di soccorso; chiediamo di impegnarsi a segnalare alle competenti magistrature la "notitia criminis" dei reati commessi dai ministri del governo della disumanita' affinche' essi siano processati e condannati secondo le leggi vigenti.
L'Italia e' una repubblica democratica, uno stato di diritto, un paese civile.
Il razzismo e' un crimine contro l'umanita'.
L'omissione di soccorso e' il piu' infame dei delitti.
Salvare le vite e' il primo dovere.

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

 

Clicca per Condividere questo articolo


 
 
 


 
Ultime news di LETTERE DAI LETTORI
Associazione Tarquinia Nel Cuore: blue energy Associazione Tarquinia Nel Cuore: blue energy ... Cena al buio: ringraziamentiCena al buio: ringraziamenti... Associazione Tarquinia Nel Cuore: ecoalbergo spalancatoAssociazione Tarquinia Nel Cuore: ecoalbergo spalancato... Il Vetrallese 17enne Giorgio Giardino entra a fa parte della grande famiglia di NEW GENERATION TVIl Vetrallese 17enne Giorgio Giardino entra a fa parte della grande fa...
La solidarietà non si arrestaLa solidarietà non si arresta... Rete degli Studenti: Ripristinate subito le corse soppresseRete degli Studenti: Ripristinate subito le corse soppresse... AIA Regione Lazio:  il NO definitivo alla centrale Biogas / BiometanoAIA Regione Lazio: il NO definitivo alla centrale Biogas / Biometano... Rete degli Studenti: Vogliono intimorirci, ma non ci arrenderemo!Rete degli Studenti: Vogliono intimorirci, ma non ci arrenderemo!...
Occhioviterbese
 
OCCHIOVITERBESE SEZIONI RUBRICHE STRUMENTI SERVIZI LINK UTILI
Redazione OV
Staff O.V.I.T.
Contatti
Facebook FanPage
Facebook Profilo I
Facebook Profilo II

Facebook Profilo III
OcchioMusic su Facebook
Occhio al Giardino su Facebook
Occhio al Cuore su Facebook
Occhio all'Oroscopo su Facebook
Cronaca
Politica
Notizie Utili
Arte e Cultura
Da non perdere
Lettere dai lettori
Curiosità
Sport a Viterbo
Ultime dal mondo
Occhio al Giardino
Occhio alla ricetta
OcchioWall
OcchioMusic
Occhio alla salute
Occhio al Cinema
Occhio all'oroscopo
Tecnologia
Sala giochi
My Occhio
Toolbar
Widget
OV Mobile
Rss
Servizi Web
Offerte Usato
Orari bus
Turni farmacie
Meteo
Comuni di Viterbo
Privacy Policy
Cookie Policy

 
P.I. 02027870563 - Autor. / Reg. Tribunale di Viterbo Nº 10/09 del 02/09/09
Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione in data 21/12/2010 con numero 20478
Tutti i diritti riservati

Privacy Policy Cookie Policy

 

swfobject.registerObject("FlashID"); /*]]>*/