Maschere di cera


dall'album: Maschere di cera
di Riccardo-Di-Salvo

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

09-06-2012: gli Until Midnight vincono il MonteRock Festival

Sabato 09 giugno a Montefiascone si è disputata l’ottava edizione del MonteRock Festival, organizzato dalla Proloco col patrocinio del Comune, la collaborazione della Raff Records, della Masotti Guitar Devices e per la prima volta quest’anno in collaborazione con Occhiomusic, la rubrica musicale del portale informativo Occhioviterbese. Troveremo presto l’intera serata incisa su cd, ma ad aggiudicarsi il trofeo e la possibilità di registrare due brani presso il Binario 2 recording studio di Montefiascone, sono i vincitori della serata, gli Until Midnight.
Come è uscito fuori il nome?
«Until Midnight (fino a mezzanotte) descrive il nostro unico limite per l’orario delle prove nel garage del nostro batterista... impostoci dalle comuni regole del quieto vivere nei confronti della sua famiglia che abita sopra e si trova costretta a sopportarci fino a quell'ora (anche se in realtà ci supporta: sono i nostri primi fan)».
La formazione attuale del team è definitiva dal luglio dello scorso anno, quando Alessandro ha deciso di prestare la sua voce al progetto, contribuendo ad orientare il gruppo verso un genere radicalmente diverso rispetto all’origine. Da lì è partita la vera avventura di questi cinque ragazzi, che non condividono solo una passione ma anche un fortissimo legame, non solo in senso musicale.
Quanto è importante andare d'accordo anche fuori dal palco?
«Non è che andare d'accordo al di fuori della sala prove o del palco sia importante… è essenziale! Potremmo dire che rappresenta un buon 70% del successo della band: nulla è stabile senza solide fondamenta. Impegno e prove sono molto meno redditizi se non si va d'accordo».
Non si tratta di chiacchiere per fare bella figura, è un feeling palpabile, concretizzato nel sincero abbraccio collettivo quando il loro nome è stato chiamato a ritirare il premio.
State partecipando a diverse rassegne, facendovi conoscere dal pubblico. E' un buon periodo per voi...
«Effettivamente in questo ultimo periodo ci stiamo dando da fare per farci conoscere e divertirci il più possibile, tramite contest e serate live in zona. Al momento l'obiettivo divertimento è stato centrato e ci siamo anche tolti qualche soddisfazione... per cui lo definiremmo un ottimo periodo!».
E' normale, specialmente all'inizio di una nuova esperienza, doversi avvalere anche e soprattutto di cover per poter sostenere la durata di un’intera esibizione, quindi ai concerti degli Until Midnight sentiremo «le sonorità british dei Franz Ferdinand e dei The Cure, il rock carico dei Litfiba, il ritmo funk dei Red Hot Chili Peppers fino alle sonorità più goth dei finlandesi Him: insomma ce n'è per tutti i gusti e possiamo dire che ognuno di noi suona ciò che gli piace, visti i nostri gusti musicali differenti. Ascoltare per credere!».
L'intenzione è quella di avere un giorno un repertorio solo vostro?
«Il nostro obiettivo è continuare a divertirci suonando e se per questo dovremo suonare a vita delle cover sarà così, anche se effettivamente abbiamo già composto alcuni pezzi propri ed il progetto è arrivare a proporre in prevalenza brani originali».
Parlate di musica e di divertimento, ma la vostra bravura e la voglia di divertirsi non sfociano mai in arroganza; quello che stupisce è la grande umiltà con cui vi presentate al pubblico e ringraziate chi vi supporta: questo la dice lunga sulla passione che condividete...
«Non vediamo per quale motivo non dovremmo essere riconoscenti: è proprio la soddisfazione di percepire l'apprezzamento di chi ci ascolta che ci fa andare avanti,è la nostra linfa vitale dopo la nostra amicizia. Siamo convinti che questa atmosfera sia fondamentale per trasmettere passione al pubblico, ad altri gruppi, al fonico della serata ecc... La superbia non fa parte di noi e non porta da nessuna parte».
Questo modo di approcciare vi ha invece portati alla meritata vittoria del MonteRock festival. Questo vi permetterà di registrare due inediti, un'opportunità da non sottovalutare. Raccontatemi come avete vissuto quest’esperienza...
«Tutto è iniziato da una mail di un nuovo amico nonché grande fotografo (sua la foto dell’articolo, ndr) conosciuto ad un altro contest, che ci suggeriva di iscriverci. Lo abbiamo ascoltato... e abbiamo fatto bene! E' stata la migliore esperienza vissuta finora come band sia per la soddisfazione del piazzamento che per la serietà e professionalità dell'organizzazione, sia per la risposta del pubblico presente che della giuria. Abbiamo vissuto il tutto con estrema tranquillità senza farci sovrastare dalla competizione, pronti ad accettare qualsiasi piazzamento... ed è andata bene! Sentir nominare la propria band come vincitrice non ha prezzo. Il premio inoltre è ghiottissimo e ci permetterà di registrare due brani inediti con la speranza che sia di buon auspicio per il futuro. Che dire... a circa un anno di distanza dalla nascita della band, questo premio è la ciliegina sulla torta».
Il prossimo impegno? Quando potremo sentirvi di nuovo?
« A breve... sabato 23 giugno abbiamo programmato una serata al chiosco dei giardini pubblici di Sipicciano... anche se la nostra intenzione è di suonare costantemente per tutta l'estate... poi si vedrà!».
Augurandovi di suonare quanto più potete, vi chiedo un saluto per la nostra rubrica.
« Un saluto ed un ringraziamento a tutta la redazione di Occhiomusic per l'opportunità che da a noi tutti amanti di un'unica passione....la musica. Stay Rock!».

Taryn Massaro

 

 

 

Una band a "Regola d'arte"
Noi di OcchioMusic abbiamo avuto l’onore di ospitare i B-Side per il loro “battesimo musicale”, la loro prima esibizione su un palcoscenico durante il concerto di Natale 2012 in piazza del Plebiscito a Viterbo. E’ stato amore a prima vista. Dai loro sorrisi e dagli sguardi complici emergeva una pura passione per la Musica e un dive... Leggi Recensione