In my Mind


dall'album: Dreaming Acid Butterflies EP
di Plastic-Age

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Grandi ospiti per la festa di chiusura del Carnevale Civitonico: lí11 marzo sul palco dellíArabesk gli Audio Magazine

A chiusura del Carnevale Civitonico che nel 2017 ha raggiunto un vero e proprio record di presenze, all’Arabesk di Civita Castellana, sabato 11 marzo si terrà la classica festa di chiusura con i gruppi mascherati che hanno arricchito le parate del 19, 26 e 28 febbraio.

 

Per rimanere in tema grandi ospiti e grandi numeri, per la serata speciale dell’11 marzo protagonisti del live saranno gli Audio Magazine, recentemente usciti con l'album Caramba e protagonisti della colonna sonora dell'ultimo film di Massimiliano Bruno “Beata ignoranza” campione di incassi, che apre proprio con il loro singolo “Ore e ore”.

 

Una presenza più che mai gradita per tutta la scena del centro Italia, visto che gli Audio Magazine oggi rappresentano a tutti gli effetti una delle più interessanti realtà pop della scena italiana.

 

A 14 anni dalla fondazione della band, con oltre 1.000.000 di visualizzazioni su youtube, gli Audio Magazine pubblicano il loro primo album “Caramba”, disponibile su tutti gli store digitali, anticipato dal singolo “Ore ore” scelto dal regista Massimiliano Bruno per aprire la colonna sonora del film “Beata Ignoranza” con Alessandro Gassman e Marco Giallini.

Un nuovo progetto musicale, quello dell’album Caramba che è nato nello studio “Meccanica Sonora” di Roma per poi volare a Rio de Janeiro dove gli autori Andrea Cardillo, Francesco Carusi e Kicco Careddu e il resto della band hanno registrato e prodotto i brani con la collaborazione del noto compositore carioca, Rogè, e la collaborazione di Max De Tomassi.

Un album che in poche ore ha già raggiunto 25° posizione tra i più scaricati su Itunes.

“Suoniamo insieme da quasi 15 anni ma in realtà è dal 2011 che facciamo musica nostra”  raccontano Carusi, Careddu e Cardillo, i tre fondatori del gruppo  “siamo partiti con dei singoli: il primo intitolato Tornerai, l’anno dopo Cambierò, nel 2013 abbiamo registrato il primo EP e un altro singolo nel 2014. Avevamo in mente il progetto di questo nostro primo album e si è presentata l’occasione di volare in Brasile per registrare un EP. Max De Tomassi si è molto interessato e così è nata la voglia di fare l’intero album”.

“Su youtube abbiamo anche pubblicato un video-diario della trasferta a Rio” proseguono gli Audio Magazine “Abbiamo collaborato con dei musicisti fantastici: oltre ad essere molto soddisfatti del risultato delle registrazioni, siamo felici di aver fatto un’esperienza davvero unica.”

Anticipato da “Ore Ore” l’album contiene otto tracce – tra cui L’amore non conviene, Un pop di samba (Olè Olè) e Cento Baci - che fondono reggae, samba, pop e rock in una commistione di sonorità e generi che dal 2003 è diventata la cifra distintiva della band, con il comune denominatore di un groove sempre e comunque trascinante.

Insieme agli inediti, in Caramba, c’è anche il riarrangiamento di uno dei tormentoni del 2003, “Ma Dai” scritto da Mario Lavezzi e Costanzo, portato al successo e al Disco d’Oro, dallo stesso Cardillo

Dunque non resta che scoprire tutte le tracce di Caramba aspettando il prossimo tour per poter ballare per Ore e Ore e oltre.

Con gli Audio Magazine, l’appuntamento è all’Arabesk Club, Via Nepesina, 01033 Civita Castellana VT, l’11 marzo alle ore 23.00

Gli Audio Magazine
Andrea Cardillo - voce e chitarra
Francesco Carusi –voce e tastiera

Kikko Careddu – batteria
Vittorio Longobardi – basso
Enrico Sotgiu – percussioni
Lamine Mbaye – percussioni
www.audiomagazine.it

 

Divertimento, Arte ed Allegria. Interessante iniziativa a Viterbo
Abbiamo incontrato un grande amico di Occhio Music che vuole presentare a tutti la sua ultima idea: è Simone Gamberi, in Arte Primus, un cantautore di Grotte S. Stefano (Viterbo). La sua più grande passione? La Musica! O.M.: “Simone, vuoi raccontarci quante soddisfazioni ti ha dato l’ultimo anno?” S.G.: “Ques... Leggi Recensione